Se non visualizzi il messaggio in maniera corretta clicca qui 

 



 Newsletter
 Ottobre 2013
  Sommario 

Ricerca
Stage
Notizie
Iniziative
Lettere
Convegni
Rassegna Stampa
Date Utili

  Ricerca  ↑ Top

Le competenze del Politecnico nel nuovo Laboratorio di acustica del Museo del Violino

Il nostro polo ha recentemente aperto un laboratorio per l'acustica degli strumenti musicali presso il Museo del Violino di Cremona, inaugurato lo scorso 14 settembre. Il gruppo di ricerca impegnato nella nuova struttura è composto dal prof. Augusto Sarti e da due ricercatori post-doc, Fabio Antonacci e Massimiliano Zanoni. All’interno dello stesso spazio è presente anche un laboratorio dell’università di Pavia per l’analisi chimico/fisica non invasiva.
Gli obiettivi del gruppo di ricerca sono vari, ma tutti caratterizzati dall’intento di fornire supporto alla locale comunità liutaria. Gli strumenti ad arco, e primariamente il violino, sono “macchine acustiche” particolarmente complesse studiate da molto tempo. Un obiettivo primario del team di ricerca è quello di caratterizzare il timbro dello strumento e le capacità dello stesso di proiettare efficacemente il suono nelle diverse direzioni. Si tratta di un obiettivo ambizioso, tenendo conto del fatto che piccoli dettagli, quali la verniciatura, i materiali applicati durante la lavorazione, od anche piccoli dettagli geometrici, possono alterare in maniera significativa il comportamento dello strumento. Per giungere al risultato il gruppo di ricerca si avvarrà di strumenti matematici innovativi, usati nel contesto dell’intelligenza artificiale, e di schiere di microfoni capaci di acquisire il campo acustico prodotto dallo strumento. Dopo questa prima fase incentrata sulla conoscenza dell’acustica, l’interesse di ricerca si incentrerà sull’analizzare e predire l’impatto di varianti nella struttura, forma e lavorazione del violino, nel rispetto dell’importantissima tradizione liutaria locale.
Il laboratorio, inoltre, svolgerà anche attività nell’ambito dell’auditorium annesso al Museo del Violino, al fine di sviluppare sistemi innovativi per l’acquisizione e la riproduzione dell’audio spaziale.
A supporto della ricerca, il laboratorio ha recentemente acquisito un impianto professionale per l’acquisizione e riproduzione simultanea sino a 64 canali audio, un set di casse per un’accurata e fedele riproduzione del campo e un braccio di misura laser per eseguire accurate misure geometriche di violini e strumenti ad arco in genere.
Il laboratorio è finanziato dalla Fondazione Arvedi-Buschini, dal Polo Territoriale di Cremona del Politecnico di Milano e dal Distretto Culturale della Provincia di Cremona.

  Stage  ↑ Top

Daria Tagliasacchi ci parla del mercato del lavoro cremonese, oggetto della sua tesi

Ciao Daria, hai recentemente avuto l'occasione di presentare al convegno dedicato al decennale di Talent Scout i risultati della tesi con cui ti sei laureata in Ingegneria Gestionale, cosa caratterizza questo tuo lavoro di tesi?
La mia tesi, intitolata “Un’analisi del mercato del lavoro nel territorio cremonese e cremasco”, è stata realizzata grazie al supporto professionale del Prof. Renga ed in collaborazione con l’Associazione Industriali di Cremona, presso la quale ho svolto diverse attività di tirocinio, previste dai percorsi di eccellenza di cui ho beneficiato durante la triennale. Nel corso del secondo tirocinio mi sono occupata soprattutto delle attività legate all’ambito “education” di Confindustria e dalle analisi sono emersi: la presenza di un tasso di disoccupazione giovanile crescente, un forte disallineamento tra domanda ed offerta di figure professionali ed una sostanziale mancanza di informazioni circa l’attuale stato del mercato del lavoro nel nostro territorio. Da qui la necessità di analizzare la domanda di figure professionali e relative competenze richieste dalle aziende, l’offerta di diplomati e laureati e le relative competenze e quindi il gap venutosi a creare tra le due componenti di domanda ed offerta. Per attuare ciò sono stati inviati questionari ad aziende associate all’Associazione Industriali di Cremona, agli istituti superiori di Cremona e Crema ed al Polo cremonese del Politecnico. Sono state inoltre effettuate interviste a responsabili delle risorse umane delle principali aziende del territorio. È poi stato realizzato un modello Excel dinamico e scalabile, in grado di suddividere le risposte date dalle aziende per numero di addetti, settore merceologico e funzione aziendale ed i dati sono poi stati validati da un punto di vista statistico attraverso l’uso di carte di controllo.
Dei molti risultati ottenuti e delle conclusioni cui sei arrivata, cosa ti preme maggiormente farci sapere?
L’analisi ha evidenziato un considerevole disallineamento tra domanda ed offerta di figure professionali nel territorio oggetto di analisi. Sono infatti presenti aziende che ricercano figure professionali specializzate, dotate di competenze tecniche specifiche, tuttavia questa domanda non riesce ad essere soddisfatta dall’offerta di diplomati presenti, in quanto non sono in grado di offrire le competenze ricercate e spesso prediligono svolgere lavori non corrispondenti al titolo di studio per evitare periodi di formazione iniziale in azienda o maggiori sacrifici (turni di lavoro, pesantezza delle attività fisiche,…).
Inoltre, dalle interviste e dai questionari, è emerso anche che molte importanti realtà produttive sono poco conosciute dai giovani, che preferiscono quindi formarsi in centri di maggiori dimensioni, come ad esempio Milano.
Sono state analizzate anche le figure professionali che le aziende prevedono di assumere in futuro e le principali sono risultate essere: ingegneri gestionali, ragionieri esperti in paghe, periti aziendali e meccanici e tecnici delle industrie meccaniche.
Che prospettive hanno i laureati in Ingegneria Informatica e Gestionale del Polo cremonese?
Hanno ottime prospettive di lavoro, infatti tasso di disoccupazione e non corrispondenza tra professione svolta e titolo di studio sono nulli per entrambi, inoltre le competenze offerte dagli ingegneri incontrano pienamente la richiesta da parte delle aziende.
Gli ingegneri gestionali trovano occupazione praticamente in tutte le diverse funzioni aziendali: nell’amministrativo, nella produzione, nel controllo di gestione, negli acquisti, nelle risorse umane e nella ricerca e sviluppo; mentre gli ingegneri informatici trovano occupazione principalmente nelle funzioni: centro elaborazione dati, ricerca e sviluppo.
Sei riuscita a capire quali potrebbero essere i possibili interventi correttivi per avvicinare domanda e offerta di lavoro?
Sono stati individuati diversi possibili interventi correttivi che potrebbero essere messi in atto per ridurre questo profondo gap tra domanda ed offerta. Dapprima sarebbe necessaria una maggiore diffusione della cultura d’impresa nelle scuole, rendendo gli studenti in grado di stendere un CV e di affrontare un colloquio di lavoro e di comprendere l’attuale stato del mercato del lavoro e le relative esigenze. Inoltre sarebbe necessario introdurre nei programmi didattici degli istituti superiori competenze maggiormente incentrate sulle realtà produttive locali, in quanto spesso aziende locali faticano ad assumere profili tecnici, perché privi delle competenze ricercate. Infine tutti gli istituti superiori dovrebbero svolgere una costante attività di monitoraggio circa lo stato lavorativo dei loro ex-alunni, in modo da poter eventualmente modificare i programmi didattici in funzione di quelli che sono i dati emersi dall’analisi, evitando così di alimentare percorsi di studio destinati a non fornire un’occupazione ai giovani.
Ora che sei laureata cercherai lavoro o continui gli studi?
Ora sto facendo un Erasmus a Ghent, in Belgio, dove frequenterò il primo semestre della laurea magistrale in Ingegneria Gestionale con percorso “finanza” ed a febbraio proseguirò gli studi alla sede di Milano Bovisa del Politecnico.
Complimenti per l'impegnativo lavoro svolto e in bocca al lupo!!

  Notizie  ↑ Top

Il prestigio del Politecnico conferma il suo successo

Perfettamente stabile l’attrattività del Polo Territoriale di Cremona: sono 151 le preferenze raccolte, esattamente come nel 2012. Crescono sensibilmente invece gli studenti che hanno effettuato il test d’ingresso anticipato al IV anno delle superiori: 42 contro i 29 di un anno fa.
A livello di Ateneo, quest'anno gli aspiranti ingegneri sono stati ben 9541 (+ 7,7% rispetto al 2012) a fronte di 5682 posti disponibili.
Sicuramente il prestigio che il Politecnico di Milano si è guadagnato è la principale motivazione che spinge i giovani a sceglierlo.
Gian Mario si è trasferito da Dorgali (NU) per studiare al Politecnico perchè ha notato che nelle classifiche risulta tre le migliori università, addirittura tra le 30 migliori università tecnologiche del mondo. Luca, del mantovano, ha scelto il Politecnico di Milano anche perchè “offre maggiori prospettive di lavoro rispetto ad altre università”. Davide, anche lui sardo, conferma questa motivazione: “è la migliore università che può portarmi a raggiungere il mio obiettivo professionale”.
Luca ha scelto il Polo di Cremona perchè “l'ambiente è più familiare, gli studenti non sono solo numeri, c'è un rapporto più diretto tra studenti e docenti.” Davide è “contento dell'efficienza dei servizi del Politecnico e della disponibilità dei docenti”. Gian Mario aggiunge che a Cremona l'ambiente è più consono agli studi, non ci sono la confusione e le distrazioni delle grandi città. “Cremona è bella e tranquilla e comunque se si vuole un po' più di vita Milano è a due passi.”
Inoltre Luca ha pensato che in una sede con meno corsi l'organizzazione sia migliore.
Ha scelto di vivere nella residenza del Politecnico Casa Sperlari, dove si trova bene, ha conosciuto tutti gli altri studenti dello studentato e gli piace l'ambiente familiare che si sta creando. “Essendo vicina alla stazione è facile raggiungere l'università con i mezzi e ci sono anche le bici del Comune a disposizione”.

  Iniziative  ↑ Top

Corso breve di mobile security. Garantire la sicurezza per mobile app e mobile services

Continua l'attività formativa del Polo in ambito mobile con un corso sulla mobile security che si terrà il 17 e 18 Gennaio dalle 9.00 alle 18.00 presso il nostro polo.
Il boom degli smartphone e dei tablet apre notevoli opportunità, ma di pari passo si evidenzia una progressiva proliferazione di minacce collegate alla sicurezza personale e aziendale. Vi è quindi la necessità di costruire nuove competenze nello sviluppo di qualsiasi servizio mobile. Alla luce di questo contesto, il corso desidera introdurre i tecnici che si trovano ad affrontare e gestire soluzioni mobile ai nuovi concetti fondamentali della mobile security.
Il corso è rivolto a sviluppatori e designer web e mobile con esperienza di programmazione che si occupano di servizi per smartphone o tablet, in particolare nel caso in cui siano previste funzionalità critiche, quali ad esempio: autenticazione, riconoscimento tramite social network, integrazioni con servizi finanziari o di pagamento (es. mobile banking e payment), gestione di dati personali (es. mobile costumer care), transazioni (es. prenotazioni e mobile commerce).
Il costo del corso è pari a 690€ ma sono previsti sconti: 10% per le iscrizioni di persone della stessa azienda, 30% per i partner Osservatori ICT & Management, 50% per gli studenti del Politecnico di Milano. Sarà inoltre offerto il pernottamento a chi ne farà richiesta.
Per maggiori informazioni contattare i numeri 0372 567702 – 0372 567700 o scrivere a didattica@cremona.polimi.it.



Un viaggio nel tempo assieme al Politecnico

La mostra “Milano 2033 – Semi di futuro. 150 anni del Politecnico di Milano”, visitabile alla Triennale di Milano fino al 22 dicembre, immagina il modo di spostarci e viaggiare, abitare e lavorare tra vent’anni. Si vogliono proporre scenari che rendano il futuro amichevole e progettabile, in un momento di grande incertezza e pessimismo.
I tre temi guida dell’esposizione - muoversi, abitare e lavorare - sono intrecciati a quelli trasversali e altrettanto “politecnici” di ICT, energia e materiali di ultima generazione.
150 micro storie raccontate da immaginari cittadini del 2033 sono l’oggetto delle 12 installazioni di Studio Azzurro che accompagnano i visitatori in un viaggio nel tempo. Le installazioni sono intervallate da 13 oggetti della memoria: prodotti, invenzioni e scoperte di allievi e docenti del Politecnico, in grado di testimoniare l’impatto della ricerca sul quotidiano e la capacità di alcune sperimentazioni del passato di anticipare soluzioni dai risvolti ancora attuali.
L’esposizione si colloca in chiusura dei festeggiamenti per i 150 anni del Politecnico, in un simbolico passaggio di testimone a ricercatori, docenti e studenti che avranno il compito di modellare l’Ateneo e il Paese nei prossimi vent’anni. “Volevamo offrire un messaggio di fiducia nel futuro – ha detto il Rettore del Politecnico, Giovanni Azzone – Credo che i 150 anni del nostro ateneo non siano passati invano: abbiamo dimostrato che le soluzioni ai problemi esistono e vanno testardamente ricercate. Possediamo gli strumenti per guidare il cambiamento nei prossimi vent’anni e grazie a questa mostra e alla collaborazione della Triennale di Milano e Studio Azzurro riusciremo a comunicarlo”.


Tante occasioni di formazione gratuita per le aziende agricole

La Fabbrica della Bioenergia, il centro di competenze situato nel nostro Polo, prosegue l'azione di osservatorio con la proposta di diverse attività formative.
In collaborazione con Servimpresa, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cremona e con le associazioni di categoria del settore agricolo, organizza tre corsi gratuiti rivolti a titolari, familiari/coadiuvanti, dipendenti di imprese agricole della provincia di Cremona.
Si parte con un corso sulla direttiva nitrati e sulle tecniche di riduzione dell'azoto dai reflui zootecnici e dai digestati che si terrà nei giorni 5 e 12 novembre dalle 14 alle 18 a Crema.
Ci sarà poi un corso sulla prassi igienica negli allevamenti zootecnici a Cremona (21, 28 novembre e 12 dicembre dalle 14 alle 18) e a Crema (20, 27 novembre e 11 dicembre, dalle 14 alle 18).
Il terzo corso riguarda gli incentivi e la valutazione della redditività di impianti di piccola taglia a biogas e biomasse solide (Cremona, 17 e 19 dicembre; Crema, 3 e 5 dicembre, in entrambe le sedi dalle 14 alle 18).
In collaborazione con CR.Forma, invece, La Fabbrica della Bioenergia organizza il corso “Impianti di biogas: tipologia e loro conduzione” per offrire un'occasione di miglioramento delle competenze di gestione degli impianti di biogas. Il corso, che si terrà il 14 e 15 novembre presso il polo, è aperto a tutti coloro che sono interessati ad avere strumenti chiari e affidabili per valutare la realizzazione di un impianto di produzione di energia da biogas, nonché le corrette modalità di gestione e l'aspettativa economica. Il corso è gratuito per aziende agricole, imprenditori agricoli, coadiuvanti e familiari, salariati agricoli e forestali.
Per ulteriori informazioni visitare la sezione News del sito della Fabbrica della Bioenergia.

  Lettere  ↑ Top

Intervista doppia a Filippo Principi, laureato in Ingegneria Gestionale, ed a Tommaso Calcina, laureato in Ingegneria Informatica, colleghi nello studio e amici nella vita

Ciao Filippo, da Falconara Marittima (AN) a Cremona, ne hai fatta di strada quando hai deciso di iscriverti qui! Quali sono le motivazioni di questa scelta?
Innanzitutto volevo fare un’esperienza universitaria fuori casa perché ritengo che dia un valore aggiunto. Poi ho scelto il Politecnico perché è eccellente e Cremona per i Percorsi di Eccellenza.
Ciao Tommaso, da Pescarolo Ed Uniti a Cremona, non hai fatto così tanta strada come Filippo per iscriverti qui ma ci racconti lo stesso le tue motivazioni?
La mia motivazione principale è stato il Percorso di Eccellenza. A questa si è aggiunta la possibilità di trovare un ambiente adatto allo studio, più contenuto, meno caotico rispetto alle sedi grandi, più appropriato per una prima esperienza universitaria.
Quali sono state le principali difficoltà che hai incontrato passando dalle superiori all’università?
F: La prima difficoltà è stata il cambio di approccio allo studio, dover gestire lo studio individualmente senza scadenze fisse quali potevano essere le interrogazioni o i compiti in classe. Poi dover coniugare le lezioni e lo studio individuale, ovvero l’andare a lezione ed il dover rivedere individualmente quanto fatto prima della lezione successiva.
T: Per me l’orario in cui ero impegnato. Alle superiori l’orario andava circa dalle 8 alle 13, qui invece in particolare al primo anno ero fuori casa dalle 8 alle 17.30-18 tutti i giorni, non è stato facile abituarsi. Il secondo anno invece ho accusato di meno l’obbligo di dover restare in università, ho deciso di cambiare approccio e fermarmi comunque fino a tardi per organizzarmi nello studio.
Dopo 3 anni di studio universitario cosa credi ti abbia fatto crescere di più?
F: I 3 anni di esperienza non solo universitaria, da studente fuori sede, mi hanno insegnato a gestire altro oltre lo studio (la casa, la spesa, etc.), cose che prima quasi non vedevo perché erano curate dai genitori. Tutto questo ha contribuito ad una crescita non solo formativa ma anche personale.
T: Superare le difficoltà. In particolare, dal ritrovarsi con una preparazione di un certo livello e non essere soddisfatto del risultato raggiunto, ho imparato a riorganizzare il periodo di studio. Quindi rifiutare, ripreparare e riorganizzare.
Quali vantaggi vi ha dato essere assegnatari dei Percorsi di Eccellenza?
F: Parecchi rispetto ad un percorso ordinario. Soprattutto per la possibilità di incontrare imprenditori e di partecipare in via preferenziale (perché per gli altri studenti erano a pagamento) a corsi extra molto utili anche se a volte organizzati in giorni scomodi, quali potevano essere i sabati. Anche il corso di inglese e il viaggio a Birmingham sono stati utili per superare brillantemente il TOEFL.
T: Nel primo anno gli incontri con gli imprenditori (Cav. Arvedi e Luca Barilla) a cui abbiamo partecipato. Nel secondo e terzo anno i corsi di formazione Excel, Html5 e Mobile Web App che hanno integrato la mia formazione e a cui ho potuto accedere gratuitamente.
Avete anche fatto due tirocini estivi, uno dei quali il secondo, svolto insieme presso Aemcom di Cremona; come avete vissuto questa esperienza?
F: La convivenza a volte si è fatta sentire… siamo sempre stati amici fuori, ma a volte qualche contrasto sul lavoro c’è stato, perché magari io avevo un’idea da realizzare e lui mi frenava riportandomi con i piedi per terra.
T: Mi ha aiutato molto a capire cosa faceva un gestionale, fino a quel momento non mi era chiaro cosa poteva fare all’interno di un’azienda, che ruolo lavorativo potesse avere; in generale lavorare con persone che hanno competenze e conoscenze diverse dalle mie è stato utile.
Sei stato un assiduo frequentatore della nostra biblioteca (e non solo), come giudichi questo servizio?
F: Ottimo livello di servizio con possibilità di reperire testi non solo da altre biblioteche del Politecnico, ma anche da biblioteche di tutt’Italia.
Sei stato un assiduo frequentatore del nostro bar mensa il “PoliBar”, come giudichi questo servizio?
T: Un servizio che al primo anno lasciava molto, “troppo”, a desiderare ma che da quando è cambiata la gestione è migliorato tantissimo. Per questo l’affluenza in generale e la mia nello specifico è aumentata molto. Lo potrei definire non solo un ambiente di svago ma anche un luogo per ritrovarsi e confrontarsi.
Entrambi avete scelto di collaborare con il Campus di Cremona per tutorato e attività di orientamento e biblioteca. E’ stato difficile conciliare anche questo impegno con lo studio? Lo consigliereste ad altri?
F: All’inizio è stato difficile, perché credevo che gli orari del tutoring fossero rigidi, invece poi abbiamo iniziato ad organizzarci con gli studenti facendo il servizio su prenotazione e quindi tutto è diventato più semplice. Certo consiglierei ad altri di fare tutoring, perché ti permette di ripassare materie già affrontate ed è utile per non dimenticare cose basilari per il tuo percorso.
T: Fare orientamento lo consiglierei a chiunque perché, avendolo vissuto prima come diretto interessato e essendomi trovato bene, è un servizio importante ed è bello essere utile a chi si deve ancora iscrivere. Il tutoring invece non lo consiglierei a tutti ma solo a chi si sente di poter sostenere il peso della responsabilità di indirizzare lo studio di chi deve essere aiutato.
Un pregio degli informatici?
F: Un pregio: sanno risolvere i problemi su PC! Scherzo naturalmente, guarderei gli informatici da due ambiti: come compagni di studio, avendo preparato le materie comuni con informatici, direi che hanno un approccio più tecnico e pratico allo studio, utile per vedere le cose non solo da un punto di vista teorico ma per entrare nell’argomento e approfondirlo; invece come amici, con loro anche le pause erano costruttive!
Un pregio dei gestionali?
T: Sanno creare i problemi sul pc!!! A parte gli scherzi, studiare lo stesso corso con qualcuno che non è orientato alla tua stessa carriera completa il tuo percorso formativo personale, ti aiuta ad allargare il tuo punto di vista e vedere le cose da un’altra prospettiva.
Cosa farai dopo la laurea triennale?
F: Proseguirò con la magistrale a Milano perché purtroppo non c’è a Cremona ed è un peccato perché qui l’ambiente mi ha aiutato a raggiungere gli obiettivi che mi ero preposto.
T: Proseguirò lo studio iscrivendomi al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica a Milano Leonardo. Anche a me dispiace che non ci sia qui a Cremona.
Visto che le vostre strade si divideranno almeno geograficamente, cosa vuoi dire a Tommaso?
F: Ciao!!! Mi piacerebbe mantenere il rapporto di amicizia, anche tu sarai a Milano Leonardo ed io a Milano Bovisa, credo che i mezzi a Milano funzionino bene e quindi non sarà un problema vedersi.
Visto che le vostre strade si divideranno almeno geograficamente, cosa vuoi dire a Filippo?
T: Il mio è un arrivederci alla settimana prossima! La lontananza sarà solo negli orari di lezione, poi ci vuole un attimo a prendere la metro.
Non può mancare la classica domanda, rifaresti questa scelta?
F: Sì, perché ha aggiunto altre cose al percorso universitario. A Cremona ho trovato amici oltre che compagni di corso, mentre in una città più grande sicuramente è più difficile creare gruppi di studio. Qui in aula eravamo come in una classe delle superiori un po’ più grande. E poi se rifarei la scelta gestionale lo dirà il futuro perché spero che quello che ho imparato qui sia utile nel mio percorso professionale.
T: Risceglierei Ingegneria Informatica perché ho scoperto che potrebbe essere proprio quello che mi piace di più fare. Risceglierei Cremona per un discorso economico e per il livello di servizio di cui ho usufruito in questi tre anni.
Se dovessi descrivere con tre parole la tua esperienza qui nel Campus di Cremona?
F: Dura, interessante e completa.
T: Formativa, stimolante, algoritmica.
Salutaci con un tuo motto
F: Impegnarsi a fondo sempre e comunque!
T: Non buttarsi giù mai!
Congratulazioni ad entrambi!


Filippo Principi ci parla della sua vacanza studio a Birmingham

Quali sono state le motivazioni che ti hanno spinto a frequentare un corso di inglese in Inghilterra?
Le motivazioni, sono state essenzialmente due.
Uno: ho pensato che per quanto mi fossi sforzato di studiare l’inglese a Cremona, eccezion fatta per le poche ore giornaliere, negli altri momenti della giornata avrei continuato a parlare italiano. Ritengo che oggigiorno l’inglese non venga più considerato un valore aggiunto, bensì un prerequisito. Per tale motivo, studiando la lingua all’estero, in particolare in Inghilterra, avrei avuto occasione sia di migliorare le skills linguistiche durante le lezioni, sia di allenare le stesse negli altri momenti della giornata.
Due: avevo intenzione di sostenere la certificazione TOEFL e per prepararmi credo che la miglior “palestra” di allenamento sia quella di andare in un paese dove la lingua madre è l’inglese.
In quale città e in quale scuola hai frequentato il corso? Come erano organizzate le lezioni?
Il mio viaggio-studio si è svolto a Birmingham (UK), al Bournville College. Le lezioni in classe erano organizzate dal lunedì al giovedì, purtroppo solo in mattinata. Il venerdì invece, era prevista una visita guidata presso alcune città inglesi. Io personalmente sono stato a Bath e a Londra.
Cosa facevi nel tempo libero? Hai partecipato alle attività organizzate dalla scuola?
Nel tempo libero erano tante le cose da fare. La prima settimana, io e gli altri ragazzi, abbiamo cercato di conoscere meglio la città, che è piuttosto grande, considerando che è la seconda città più grande del Regno Unito. La seconda settimana invece, abbiamo frequentato di più anche la scuola, sfruttando gli spazi a disposizione per trascorrere il tempo (visto che spesso il clima inglese non consente di stare all’aperto) giocando, studiando o semplicemente parlando.
Per quanto riguarda le attività organizzate dalla scuola, le ho sempre accolte con entusiasmo, anche se per le gite avrei preferito un approccio più guidato da parte di insegnanti o guide turistiche, poiché noi studenti, per quanto autonomi, non abbiamo potuto osservare tutto quello che una città nuova ha da offrire.
Dove alloggiavi?
Io alloggiavo a Victoria Hall, un campus per studenti universitari e non, situato a metà strada tra il college e il centro città. Io e altri 3 ragazzi alloggiavamo in un appartamento con cucina e salotto comune e dotato di una stanza singola per ogni studente.
Il bello del complesso era la presenza massiccia di studenti stranieri con i quali uscire e andare in centro o semplicemente parlare e scambiarsi opinioni e curiosità.
Parlami della città, l'hai visitata?
Si, come detto precedentemente, nel tempo libero ho cercato di visitare la città, che è davvero grande. A dir la verità ciò che ho visitato maggiormente è stato il centro città e solo un paio di volte sono andato in zone un po’ meno caotiche, ma comunque belle e interessanti.
Devo dire che la prima cosa che salta all’occhio è la diversa impostazione urbanistica della città. Birmingham si sviluppa in lungo anziché con la struttura tipica a cerchie che caratterizza le nostre grandi città.
Il centro è davvero bello, pieno di negozi sportivi, teatri, cinema, locali e con una biblioteca enorme.
Quali sono stati gli aspetti positivi e negativi dell'esperienza?
Partendo dagli aspetti negativi, purtroppo, come già detto prima, le lezioni erano organizzate solo la mattina, per un totale di 3h al giorno, lasciandoci il pomeriggio per uno studio autonomo. In realtà, almeno per me che ho trascorso al Bournville college due settimane, sarebbe stato meglio fare un corso intensivo sia al mattino sia al pomeriggio. Riguardo le lezioni poi, devo dire che a volte mi hanno deluso, poiché spesso le attività svolte non riguardavano il potenziamento delle proprie skills (listening, speaking, reading, writing) ma soltanto l’applicazione. Di certo applicandole, queste vengono allenate, ma non migliorate e perfezionate. Penso ad esempio allo speaking: spesso non c'era occasione di potenziarlo con la professoressa poichè la lezione era dedicata a lavorare in gruppo.
Per quanto riguarda l’alloggio e l’organizzazione delle classi, voglio menzionare un aspetto che può essere visto sia come positivo che negativo. Mi spiego meglio. Come detto prima, vivevo in un appartamento e i miei coinquilini erano tre ragazzi italiani con i quali frequentavo i corsi al college. Da un lato ciò era fantastico, poiché condividere l’appartamento con qualcuno che conosci, o con cui tendi a fare amicizia più facilmente, o che condivide le tue stesse abitudini, è sicuramente più semplice. Ma questo si rifletteva sul numero di ore dedicate a parlare inglese; per quanto ci sforzassimo, l’italiano era la lingua che utilizzavamo di più.
La stessa cosa si replicava anche durante le lezioni. Nelle nostre classi era presente un alto numero di studenti italiani. Ciò da un lato era divertente, poiché era pur sempre una vacanza, ma così facendo si tendeva a parlare italiano.
Passando invece agli aspetti totalmente positivi, devo dire che Birmingham è una città davvero bella, che offre divertimenti per tutte le occasioni e per tutte le età.
Inoltre, l’esperienza mi ha regalato tante nuove amicizie e conoscenze che (spero) porterò con me per tutta la vita.

  Convegni  ↑ Top

Il Polo di Cremona sede del primo Talent Garden Day

E' nato il Talent Garden Day, evento in cui i giovani talenti con un modello di business in testa condividono in pochi minuti le loro idee perché possano essere valutate e promosse.
Il nostro Polo ha ospitato con particolare soddisfazione l'evento. “E' da 25 anni che lavoriamo affinchè Cremona diventi un polo d'eccellenza nel campo delle tecnologie ICT” dice il prof. Ferretti.
I 3 progetti considerati più competitivi e interessanti sono stati premiati con l’accesso diretto e gratuito allo StartUp Weekend di Brescia (15 – 17 Novembre), altro format di sostegno alle idee imprenditoriali innovative.
Davide Andrea Nolli ha vinto con il progetto VAP (Virtual Architectual Performance), allestimento virtuale di luoghi, veicolo di informazioni per vivere la città.
Il secondo posto è andato a Daniele Fogliazza che ha presentato un progetto di marketplace dedicato ai prototipi, con lo scopo di sostenere le piccole medie imprese nello sviluppo delle proprie idee.
Terzo Tudor Lazariu, con l'idea di un software gestionale per impianti a biogas con lo scopo di evitare l’affiancamento di consulenti esterni per quanto concerne gli aspetti operativi e burocratici legati a questo business.
Merigo Domenica ha invece proposto una cooperativa di artigiani che riunisca tutte le professionalità necessarie ai diversi componenti, dal marketer al commercialista.
Sara Zammarini, infine, ha proposto un portale dedicato alla promozione di eventi geolocalizzati minori.
Dopo la presentazione delle idee, i ragazzi hanno potuto ricevere opinioni e consigli dagli organizzatori dell'evento, ovvero Talent Garden, spazio di coworking per i professionisti del digitale e della comunicazione, MailUp, azienda leader nell’Email Marketing, AEMCOM, partner tecnologico delle province di Cremona e Brescia.


Linux Day 2013. Innovazione di tutti per tutti

Come ogni anno il nostro polo ha ospitato il Linux Day, la giornata dedicata a diffondere e promuovere il sistema operativo GNU/Linux e il Software Libero tramite talk divulgativi, talk tecnici, workshop, postazioni dimostrative e supporto all'installazione.
Il Linux Day è una manifestazione che si tiene a livello nazionale nella stessa data, questa volta il 26 Ottobre, coordinata da Italian Linux Society ed organizzata localmente dai LUG (Linux User Group), ma anche da associazioni, scuole e appassionati.
“Per noi del LugCR il Linux Day e' anche un momento per promuovere la nostra associazione e le nostre iniziative, oltre a quelle inerenti il Software Libero organizzate da altri gruppi” dice il presidente Nicola Bignami.
Quest'anno, oltre all'ormai classica introduzione al Software Libero, sono stati proposti un talk sulle principali distribuzioni GNU/Linux (con cenni storici e principali differenze), un intervento sul sistema VOIP Asterisk (una soluzione libera per l'implementazione di un centralino telefonico aziendale), un case study sull'impiego di Software Libero in una multinazionale (agenzia per il lavoro Quanta) e un talk sull'Enterprise Service Bus (infrastruttura software) come sistema di comunicazione tra servizi eterogenei con caso studio sull'applicazione nell'azienda Nova Spa - Gruppo Euronics.
In parallelo è stata allestita la cosiddetta area bazaar dove erano presenti un media center fatto con il micro-computer Raspberry Pi e il programma open source Xbox Media Center, una postazione attrezzata con il simulatore di volo libero FlightGear, postazioni dimostrative con sistemi operativi liberi (Slackware, Mint, Haiku) ed un portatile decisamente obsoleto equipaggiato con FreeDOS e LCARS24 (interfaccia ispirata a Star Trek: The Next Generation, per veri geek).
Riguardo all'affluenza, “purtroppo e' stata scarsa – dice Bignami -  anche perche' a differenza delle scorse edizioni non è arrivata alcuna classe dalle scuole superiori. In compenso fa piacere che alcuni studenti ed un insegnante abbiano partecipato in autonomia, manifestando vivo interesse per gli argomenti trattati.”

  Rassegna stampa  ↑ Top

Data

   Testata

   Titolo articolo

26/07/2013   La Provincia di Cremona   Ingegneri fra Bike sharing e occupazione giovanile
07/08/2013   L'Inviato Quotidiano   Politecnico di Milano,campus di Cremona.Riaperte le iscrizioni ai test
07/08/2013   Welfare Cremona Network   Poli Milano-Campus Cremona: riaperte le iscrizioni al test ammissione
08/08/2013   Informagiovani Cremona   Test Politecnico: riaperte le iscrizioni
08/08/2013   Informagiovani Cremona   Politecnico: percorsi di eccellenza
08/08/2013   La Provincia di Cremona   Politecnico, test di ingresso riaperte le iscrizioni
21/08/2013   Welfare Cremona Network   Poli Cremona. Iscrizione ai test ammissione fino al 23 agosto
21/08/2013   La Provincia di Cremona   Test di ammissione on line
23/08/2013   La Provincia di Cremona   Politecnico:test di ammissione per i corsi di laurea in ingegneria
27/08/2013   Welfare Cremona Network   Poli Milano. Si vola oltre i 9500 iscritti al test d’ingresso
29/08/2013   La Provincia di Cremona   Talent Scout, il decennale
30/08/2013   La Provincia di Cremona   'VenTo: un'occasione' Incontro col ministro
05/09/2013   Cremona Oggi   Scuola e lavoro 'separati in casa' La ricerca del Politecnico
10/09/2013   Avvenire   Il Politecnico di Milano tra i migliori 30 Atenei tecnologici al mondo
10/09/2013   PiacenzaSera.it   Il politecnico di Milano fra le migliori università tecnologiche
10/09/2013   ASCA - Agenzia Stampa Quotidiana Nazionale   Universita': Politecnico Milano al 28° posto fra quelle tecnologiche
10/09/2013   Il Sole 24 Ore   Università: tra le eccellenze settoriali Politecnico di Milano
10/09/2013   Milano Corriere   Politecnico 28mo tra le migliori università tecnologiche al mondo
10/09/2013   Voci di Milano - La Stampa.it   Il Politecnico ompie 150 anni, la storia dell'"asilo Brioschi"
10/09/2013   AGI.it   Politecnico Milano tra i migliori 30 atenei tecnologici al mondo
10/09/2013   Affaritaliani.Libero.it   Politecnico di Milano al 28° posto fra le università tecnologiche
10/09/2013   Corriere.it   Università, il Mit si conferma primo ma gli atenei italiani salgono
10/09/2013   LaStampa.it   Qs, le università italiane salgono in classifica
11/09/2013   La Repubblica - ed. Milano   Milano sale nel derby tra atenei ma è lontana dai grandi nel mondo
11/09/2013   Corriere della Sera - ed. Milano   Università, nella classifica salgono Politecnico, Statale e Cattolica
16/09/2013   MIP School of Management - Politecnico di Milano   Global Masters in Management 2013 Ranking
19/09/2013   L'Inviato Cremona   Disoccupazione giovanile, scuola e lavoro.
19/09/2013   La Provincia di Cremona   Scuola 'bocciata' dalle imprese
20/09/2013   La Provincia di Cremona   Più impresa a scuola per battere la crisi
23/09/2013   Cremona Oggi   Lauree al Politecnico In cinque concludono il Percorso d’Eccellenza
24/09/2013   Welfare Cremona Network   Poli Cremona. Intervista a F.Principi e T.Calcina laureati eccellenti.
03/10/2013   Il Sole 24 Ore   Parla il rettore del Politecnico:"Vi spiego perché siamo 200esimi"
09/10/2013   La Provincia di Cremona   Talent Garden Day: le idee diventano sviluppo concreto
16/10/2013   Il Giorno   Dalle imprese una dritta ai ragazzi
22/10/2013   La Provincia   Dall'idea vincente al business. Giovani, nuove imprese e start up
22/10/2013   La Provincia   Laurea ad honorem Arvedi sarà ingegnere.
30/10/2013   La Provincia   Arvedi, ingegnere meccanico. Oggi conferimento della laurea.
31/10/2013   Mondo Padano   Laurea ad honorem in Ingegneria al Politecnico per il Cavalier Arvedi
31/10/2013   Il Sole 24 Ore   Il Politecnico laurea gli imprenditori dell'Innovazione
31/10/2013   La Provincia   Giovanni Arvedi dottore in Ingegneria meccanica


  Date utili  ↑ Top

   Data

   Evento

05/11/2013

  Termine presentazione domanda per bando 150 ore

11/11/2013

  Termine presentazione domanda per bando Attività culturali e sociali studenti

11/11/2013

  Termine iscrizioni TOL recupero OFA TOTALE del 13/11/2013 e TOL recupero OFA INGLESE e TENG del 15/11/2013

13/11/2013

  TOL recupero OFA TOTALE

15/11/2013

  TOL recupero OFA INGLESE e TENG

18/11/2013

  Termine presentazione domanda di ammissione al 2° semestre (sessione anticipata) della Laurea Magistrale solo per la Scuola di Architettura e Società e per i laureati di altri atenei che chiedono l'iscrizione ai Corsi di Laurea Magistrale della Scuola di Ingegneria Civile e Ambientale e Territoriale

20/11/2013

  Inizio sospensione lezioni per eventuali prove intermedie - primo anno

25/11/2013

  Inizio iscrizioni TOL recupero OFA TOTALE del 11/12/2013 e TOL recupero OFA INGLESE e TENG del 13/12/2013

25/11/2013

  Inizio sospensione lezioni per eventuali prove intermedie - anni successivi

29/11/2013

  Scadenza per rinuncia e rimborso prima rata per gli studenti iscritti al primo anno

30/11/2013

  Termine sospensione lezioni per eventuali prove intermedie

09/12/2013

  Termine iscrizioni TOL recupero OFA TOTALE del 11/12/2013 e TOL recupero OFA INGLESE e TENG del 13/12/2013

11/12/2013

  TOL recupero OFA TOTALE

13/12/2013

  TOL recupero OFA INGLESE e TENG

18/12/2013

  Scadenza acquisizione attestazione ISEEU

23/12/2013

  Inizio interruzioni lezioni per vacanze natalizie

25/12/2013

  Inizio iscrizioni TOL recupero OFA TOTALE del 15/01/2014 e TOL recupero OFA INGLESE e TENG del 17/01/2014

06/01/2014

  Termine interruzioni lezioni per vacanze natalizie

07/01/2014

  Termine presentazione domanda di iscrizione al Corso Breve Mobile Security - Garantire la sicurezza per mobile app e mobile services del 17 e 18 gennaio 2014

13/01/2014

  Termine iscrizioni TOL recupero OFA TOTALE del 15/01/2014 e TOL recupero OFA INGLESE e TENG del 17/01/2014

15/01/2014

  TOL recupero OFA TOTALE

17/01/2014

  TOL recupero OFA INGLESE e TENG

17/01/2014

  Corso Breve Mobile Security - Garantire la sicurezza per mobile app e mobile services

18/01/2014

  Corso Breve Mobile Security - Garantire la sicurezza per mobile app e mobile services

20/01/2014

  Inizio valutazioni di condizione di ammissione al 2° semestre (finestra standard) della Laurea Magistrale

20/01/2014

  Inizio presentazione domande di laurea per appello del 24/02/2014

25/01/2014

  Inizio iscrizioni TOL recupero OFA TOTALE del 10/02/2014 ore 9:30, TOL recupero OFA INGLESE e TENG del 10/02/2014 ore 14:30

27/01/2014

  Termine presentazione richiesta esonero tasse

31/01/2014

  Termine lezioni 1° semestre

03/02/2014

  Inizio sessioni d'esami



PER RICEVERE LA NEWSLETTER CLICCA QUI
PER NON RICEVERE PIU' LA NEWSLETTER CLICCA QUI
PER LEGGERE LE NEWSLETTER PRECEDENTI CLICCA QUI