Se non visualizzi il messaggio in maniera corretta clicca qui



 Newsletter
Ottobre 2009
  Sommario  

Notizie della Sede
Ricerche e Collaborazioni
Tirocini e Tesi di Laurea
Orientamento
Convegni
Rassegna Stampa
Date Utili


 Notizie della sede   ↑ Top  

Nuovo ingresso nel mondo universitario: la giornata dell'accoglienza

Da quest'anno le nuove matricole della nostra sede fanno il loro ingresso in università con una giornata d'accoglienza tutta per loro.
Scopo di questa giornata, tenutasi Lunedì 14 Settembre, è stato fornire le informazioni utili per affrontare le novità del mondo universitario e del corso di laurea scelto.
Gli studenti sono stati accolti in Aula Magna, dove il Prof. Gianni Ferretti, dopo il benvenuto, ha presentato i corsi della sede, ponendo l'accento sulle possibilità occupazionali.
Il responsabile operativo Carmela Seggio ha presentato i servizi offerti dal Politecnico di Milano e dalle segreterie, mentre il responsabile dell'ufficio tecnico Fabrizio Bragantini ha parlato dei servizi più tecnici. Essendo una piccola sede c'è stata anche la possibilità di presentare tutto il personale tecnico amministrativo con cui gli studenti si interfacceranno per le varie incombenze della vita universitaria. Per approfondire e per avere sempre a disposizione tutto quanto riportato nella giornata, è stato comunque distribuito materiale informativo, nonchè l'orario delle lezioni. Inoltre, alcuni studenti della sede hanno accompagnato le nuove matricole in una visita guidata del campus.
La giornata si è conclusa con un aperitivo ed una jam session dei "colleghi" che già studiano nella sede di Cremona.


Corso di LaTeX

A Novembre, partirà nella nostra sede un corso gratuito per "entrare nella filosofia" di TeX e LaTeX ed acquisire le conoscenze necessarie alla redazione di documenti (articoli scientifici, rapporti, presentazioni a schermo ecc.) di qualità tipografica professionale.
Si tratta di software gratuito di uso comune nell'editoria scientifica, richiesto sempre più dalle riviste scientifiche. Permette la preparazione di documenti ben strutturati, fortemente modulari, nei quali è possibile e facile inserire e gestire tabelle, note, figure e riferimenti bibliografici ad essi.
Si prevedono 5 incontri il Lunedì pomeriggio di un paio d'ore ciascuno con esercitazioni pratiche.
Il corso è tenuto dal docente Ernesto Dedò.
Argomenti affrontati: presentazione di TeX e LaTeX, i principali comandi in modo testo, il modo matematico e l'inserimento di formule, tabelle e grafici, presentazioni, raffinamento delle cognizioni.
Possono partecipare studenti, docenti, personale interessati alla produzione e/o impaginazione di documenti, anche complessi. Sarà un corso base in cui non è necessaria alcuna conoscenza a priori di LaTeX, mentre è prevista la conoscenza elementare di un (qualisasi) sistema operativo (sapersi muovere in un filesystem, creare e salvare un file, ecc.).
Per iscrizioni e informazioni, contattare la segreteria didattica allo 0372567700 o scrivere una mail a didattica@cremona.polimi.it


Le aule cambiano nome

Col nuovo anno accademico si inaugura anche una nuova denominazione delle aule.
Il nuovo sistema ha la seguente espressione: palazzina.piano.numero.
Le palazzine sono due, la nuova è la A, mentre quella storica ora è la B.
I piani sono: 0,1,2,3,4. Si noti che il piano della portineria nella palazzina A, nonchè della segreteria nella palazzina B, è il piano 1.
Quindi all'aula 2 ora corrisponde l'aula B.1.2, al laboratorio 3 il laboratorio B.2.3, all'aula 10 la B.3.10.
A breve, la segnaletica della sede verrà definitivamente aggiornata.


Il Centro di Documentazione Ambientale e la biblioteca aprono anche al sabato

Il Centro di Documentazione Ambientale (CDA) e la biblioteca della sede sono aperte straordinariamente anche due sabati al mese dalle 9.00 alle 12.00. Le prossime date di apertura sono: 7 e 28 Novembre, 12 e 19 Dicembre; le date del prossimo anno verranno successivamente esposte. Anche al sabato sono disponibili tutti i servizi bibliotecari normalmente erogati durante la settimana.
Il CDA, i cui servizi sono rivolti gratuitamente a tutta la cittadinanza, è la biblioteca di Cremona specializzata nell' ambito ambientale e naturalistico ma non solo. Infatti, è possibile richiedere gratuitamente in prestito per un mese ogni genere di romanzo o saggio o dvd, anche dei film più recenti! Questo è possibile attraverso il servizio di prestito interbibliotecario, cui si accede attraverso l'iscrizione al CDA. Poi, le richieste si possono fare anche via internet o mail. Quando tutto ciò che è stato richiesto arriva, la biblioteca avverte l'utente.
Per consultare il catalogo clicca qui.


 Ricerche e Collaborazioni   ↑ Top  

Sistema informativo territoriale del Comune di Cremona

SpatialDBgroup è un gruppo di ricercatori coordinato dal Prof. Giuseppe Pelegatti e di cui fa parte anche l'Ing. Jody Marca, ricercatore della nostra sede. Il filone di ricerca fondamentale del gruppo è costituito dalla GeoUML Methodology, che mira a sviluppare soluzioni metodologiche e strumenti per la costruzione e gestione di database territoriali e IDT basate sul modello GeoUML.
SpatialDBgroup ha recentemente ampliato la propria collaborazione con il Comune di Cremona, iniziata nel 2006, al fine di fornire formazione e supporto per realizzare la nuova versione del DB topografico.
Nel progetto le specifiche di contenuto saranno definite attraverso lo strumento GeoUML catalogue il quale permetterà la generazione automatica del database topografico attraverso regole e una validazione dei dati attraverso il GeoUML validator. Entrambi gli strumenti sopra citati sono stati progettati e realizzati dal gruppo di ricerca in collaborazione con il CISIS (Centro Interregionale per i Sistemi informatici, geografici e statistici).


 Tirocini e Tesi di Laurea   ↑ Top  

Facebook, LinkedIn e Skype: tre modelli di business a confronto
Tesi di Laurea in Ingegneria Gestionale di Alessia Bonali
Relatore Prof. Romeo Castagna

La tesi parte dall'osservazione di fenomeni attuali che diventano sempre più rilevanti, come i social network e prodotti di internet. Non tutti sanno però che si tratta di vere e proprie realtà economiche.
Lo scopo della tesi è quello di effettuare un'analisi della redditività del modello di business di questa tipologia di società, in particolare Facebook, LinkedIn e Skype. Per modello di business si intende il modo in cui l'azienda crea ricchezza per i propri azionisti, dipendenti, partners e per gli utilizzatori del prodotto.
Tutte e tre le società considerate non sono quotate in borsa e, per questo motivo, non si sono potuti ottenere dati da bilanci pubblici. Si sono quindi calcolati indicatori che permettessero di effettuare un'analisi di redditività attraverso i dati economici ottenibili da fonti alternative.
Da tale studio è stato ricavato come Facebook abbia un business decisamente in perdita, LinkedIn abbia raggiunto il pareggio (tra ricavi e costi), mentre Skype abbia buone credenziali economiche (business redditizio).
A questo punto sono state confrontate le valutazioni di mercato (cioè il prezzo al quale verrebbero acquisite le imprese sul mercato) delle tre società con la redditività attuale del modello di business: è emerso come vi fosse un differenziale significativo tra le elevate valutazioni e i modelli di business a scarsa redditività, soprattutto per quanto riguarda LinkedIn e Facebook.
Infine si è cercato di ipotizzare quali potrebbero essere le vie di diversificazione del business per le diverse società, in modo da giustificare il motivo per cui vi sono investitori disposti a pagare un prezzo molto alto per acquistare queste società. E' risultato che il modello di business di Facebook appare poco esplicato e quindi con ampio margine di diversificazione, mentre LinkedIn ha un buon margine di diversificazione e Skype, avendo ottime credenziali economiche appare come il modello di business più maturo e consolidato e per questo motivo con meno vie di diversificazione.


Implementazione di un algoritmo ad elevata complessità per la verifica di sistemi real-time a tempo denso
Tesi di Laurea in Ingegneria Informatica di Matteo Carini e Nicholas Fiorentini
Relatrice Prof. Paola Spoletini
Correlatore Ing. Carlo Alberto Furia

La maggior parte dei sistemi da progettare deve operare in condizioni critiche dove è importante che il tempo sia correttamente descritto e gestito dal formalismo scelto con cui modellizare il problema. Da sempre l'informatica teorica si preoccupa di trovare formalismi adeguati per descrivere e verificare questo tipo di sistemi. Gli automi alternanti temporizzati, recentemente introdotti e studiati dalla comunità scientifica, sono un formalismo piuttosto comodo per esprimere tali modelli, grazie anche alle interessanti proprietà utili per la verifica formale del sistema.
Il lavoro di tesi si è concentrato sullo studio di un articolo scientifico pubblicato dai ricercatori Lasota e Walukiewicz da cui è stato ricavato un algoritmo scritto in linguaggio Phyton per la verifica dei modelli descritti con il formalismo degli automi alternanti temporizzati. Dalla teoria è noto che il caso pessimo del problema è intrattabile, ovvero non può essere calcolato dai computer, per quanto potenti possano essere. Abbiamo mostrato sperimentalmente la possibilità di calcolare la soluzione del problema nel caso medio, pur rimanendo in un problema ad elevata complessità, ovvero in un tipo di problemi dove il tempo di esecuzione e la memoria necessaria per i calcoli crescono esponenzialmente, al crescere delle dimensioni del problema.


Energia nel mondo: situazione attuale e possibili scenari futuri
Tesi di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio di Diana Pagliari
Relatore Prof. Stefano Rugginenti

Si è scelto di dividere il lavoro di tesi in due parti, una prima nella quale si è dato risalto all'evoluzione del quadro energetico globale, riferendosi a dati reperibili in letteratura in merito a tutte le diverse tipologie di fonti energetiche impiegate dall'uomo. Nella seconda parte sono state fatte alcune riflessioni, ipotizzando diversi scenari, su come si potrò rispondere all'incremento della domanda energetica nel periodo 2005-2030 previsto basandosi su un approcio di tipo demografico.
Poichè il quadro futuro che emerge risulta essere alquanto preoccupante, nonchè insostenibile anche dal punto di vista puramente energetico si è deciso di valutare quello che concretamente potrebbe essere il contributo delle fonti di tipo rinnovabile analizzando alcuni scenari differenti, tutti considerati in termini differenziali (valutando, cioè, i soli incrementi rispetto ad un anno di riferimento, il 2005). Dopo aver convertito tutti i dati reperiti in unità tra loro coerenti, si è valutato quale sarebbe stato l'incremento delle fonti rinnovabili seguendo un andamento di tipo lineare, estrapolato dai dati relativi al periodo 1965-2007 e in un secondo momento seguendo l'andamento del solo periodo 2003-2007. In entrambi i casi la quota di competenza delle fonti rinnovabili risulterebbe essere ininfluente sull'atteso incremento dei consumi energetici globali. Ad analoga conclusione è possibile giungere anche qualora venga considerata l'implementazione delle migliori politiche ambientali, nonchè l'apporto dell'energia nucleare.
Poichè, nonostante le considerazioni di cui sopra, si avrebbe comunque un'ampia fetta della domanda energetica che dovrebbe essere inevitabilmente colmata mediante l'impiego di fonti di tipo fossile, si è deciso di introdurre il concetto di efficienza energetica: diviene quindi fondamentale considerare come prioritaria la riduzione dei consumi. Anche considerando l'applicazione dei migliori standard di efficienza energetica (quantomeno quelli previsti nelle attuali legislazioni), rimarrebbe comunque una quota di produzione che deve essere coperta dall'impiego di fonti fossili di tipo tradizionale.
E' quindi fondamentale un approcio di tipo integrato, che prevede il parallelo sviluppo di politiche differenti da affiancare agli interventi di efficienza energetica i quali presentano il duplice vantaggio del risparmio energetico da un lato e delle mancate emissioni di gas serra dall'altro.
Siamo quindi molto lontani dal soddisfare le richieste delle nostre società con energie pulite. E' indubbio che siano necessari grandi sforzi nel campo della ricerca, ma anche per mettere un freno a tutti quei comportamenti che lasciano una devastante impronta sul nostro pianeta.


Domenico Russo ci racconta la sua esperienza di stage a contatto con i manager

Tra le diverse opportunità offerte dalla borsa di studio erogata dall'ACSU, di cui sono beneficiario, c'è quella dello stage.
Incomincio il secondo anno di Ingegneria Gestionale dopo aver vissuto, per trenta giorni nel periodo estivo, un'impegnativa esperienza di tirocinio presso Interactive Media SpA, con sede a Roma.
L'Interactive Media è una PMI operante nel settore dell'ICT e delle Telecomunicazioni, dei servizi voce/video rivolti ad operatori telefonici e in genere ad aziende.
L'attività ha richiesto la messa in pratica di conoscenze, capacità e strumenti che il corso di economia e organizzazione, erogato nel primo anno, mi aveva fornito. Infatti in primis il mio compito è stato quello di individuare il posizionamento strategico dell'azienda con considerazioni relative alla sua attuale quota di mercato, per poi passare ad un'analisi dei principali competitors di riferimento.
Il principale tema affrontato è stato quello degli scenari Internet Protocol Multicanale. L'obiettivo è stato quello di definire degli scenari applicativi e di mercato relativi ad un'innovata architettura software che consenta la fruizione di servizi interattivi e informazioni multimediali da parte di qualsiasi utente (inclusi quelli svantaggiati) indipendentemente dal terminale utilizzato (PC, TV, media phone, smartphone). Un esempio di scenario può essere che l'utente, tornato a casa dopo il lavoro, spegne il suo smartphone e accende la tv. Si distende sul divano e incomincia a guardare le sue e-mail con il media phone. Nel frattempo, arriva una videochiamata sul suo smartphone (spento) che viene immediatamente deviata sul media phone. L'utente ha la possibilità di rispondere direttamente dalla TV, senza scomodarsi, oppure dal terminale fisso.
Infine, sulla base di uno studio del mercato ICT e alla luce dei progetti e business plans su cui l'azienda sta lavorando, ho avanzato considerazioni sul possibile trend futuro della quota di mercato di Interactive Media.
Il lavoro è stato svolto in autonomia ma in stretto contatto con un manager dell'azienda e con il supporto di un professore del Politecnico.
In generale l'esperienza è stata molto formativa. poichè mi ha consentito sia di arrichire il mio bagaglio di conoscenze relativamente al settore delle TLC sia di migliorare le mie capacità di relazione con colleghi, in particolare con manager e responsabili.


 Orientamento   ↑ Top  

Salone dello studente

Il 26, 27, 28 Novembre il Politecnico di Mialno sarà presente all'edizione 2009 del Salone dello Studente, il consueto evento nato per rispondere alle esigenze informative e di orientamento dei giovani del territorio riguardo alle aree formazione, lavoro e tempo libero.
La sede di Cremona del Politecnico partecipa, accanto alle altre università, col suo spazio espositivo, in cui docenti, studenti e personale si rendono sempre disponibili a dare informazioni e chiarimenti riguardanti corsi e vita universitaria. Inoltre, informazioni ed incontri legati all'offerta del Politecnico sono fornite anche nell'area convegnistica della fiera, tramite presentazioni tenute da docenti. Il programma del Politecnico prevede:
26, 27, 28 Novembre
- ore 9.00, presentazione dell'offerta formativa del Politecnico di Milano;
Venerdì 27 Novembre
- ore 9.00 - 11.00 e 11.30 - 13.30 (replica), laboratorio di informatica "Crea il tuo videogioco. Con pochi e semplici click affacciamoci al mondo della creazione di videogiochi", tenuto da Ing. Edoardo Giorgio Vannutelli Depoli - Assegnista di ricerca del Politecnico di Milano - Dipartimento di Elettronica e Informazione.
- ore 15.00 - 16.00, seminario "Uso del software libero per la didattica. Applicazioni e percorsi didattici per l'insegnamento dell'informatica e delle discipline scientifiche ed umanistiche nella scuola media inferiore e superiore", tenuto da Ing. Alberto Leva - Docente del Politecnico di Milano - Dipartimento di Elettronica e Informazione.
Sabato 28 Novembre
- ore 10.00 - 11.00, seminario "Diventare imprenditore: come prepararsi, cosa comporta diventarlo. Cos'è un Business Plan? Quando si utilizza? La chiave del successo: competenza, passione, cliente,...?", tenuto da Ing. Filippo Maria Renga - Docente del Politecnico di Milano - Dipartimento di Ingegneria Gestionale.


Giovani e occupati: indagine occupazionale dei laureati 2007 del Politecnico di Milano

I laureati del Politecnico sono giovani (il 66% dei laureati specialistici non ha più di 25 anni) e sono occupati (il 70% dei laureati triennali che non hanno proseguito gli studi al Politecnico e l'88% dei laureati specialistici sono stati assorbiti dal mondo del lavoro). L'80% trova il primo impiego entro 2 mesi dalla laurea e il 90% entro 4, indipendentemente dal corso di laurea.
Inoltre, del 33% dei laureati triennali che non prosegue gli studi in ateneo, il 20% frequenta corsi di laurea specialistica in altri atenei o master di approfondimento, il 10% altre forme d'istruzione e il 70% è occupato in attività lavorative.
Sono questi i numeri vicenti dell'indagine occupazionale sui laureati triennali e specialistici usciti nell'anno 2007 dal Politecnico di Milano.
L'indagine, che si è svolta su un campione di 3494 laureati del Politecnico suddivisi nelle aree di Architettura, Design e Ingegneria, ha permesso di evidenziare che l'istituzione del 3+2 ha avuto gli effetti desiderati, abbassando l'età di entrata dei giovani nel mondo del lavoro dal 1995 ad oggi è più che raddoppiato.
Per quanto riguarda la stabilità, la situazione appare molto soddisfacente in particolare per gli ingegneri: il 50% dei triennali e il 46% degli specialistici hanno infatti un lavoro a tempo indeterminato e ben due terzi del campione ha comunque un contratto di lavoro subordinato. La retribuzione inziale media degli ingegneri è di 1350 euro mensili.
Importante anche il dato sul genere dei laureati. Le donne, che confermano la loro superiorità numerica nelle aree di architettura e del design, hanno ormai raggiunto quasi il 20% dei laureati anche nell'ambito dell'ingegneria. Sono inoltre più veloci negli studi, soprattutto nell'ingegneria (75% contro il 60%), e trovano lavoro negli stessi tempi dei loro colleghi anche se ricevono una retribuzione inferiore del 10-20%.
Va sottolineato che l'Ateneo milanese si è dotato di strutture apposite che favoriscono l'immissione nel mondo del lavoro dei suoi laureati: il Career Service che svolge molteplici attività di placement.


Il Politecnico nella classifica delle top universities nel mondo

Nella classifica di THE-QS delle Top Universities nel mondo il Politecnico di Milano ha guadagnato 5 posizioni, passando dal 291 al 286 posto (nel 2007 era 343esimo).
Nel giudicare la posizione in classifica va considerato che, a differenza del Politecnico, le migliori università offrono anche corsi di Medicina, Economia e Scienze.
Restringendo l'analisi alla classifica delle Università Tecnologiche il Politecnico di Milano ha scalato ulteriori 6 posizioni, raggiungendo il 57esimo posto nel mondo (era 63esimo nel 2008 e 66esimo nel 2007) e risulta essere la 15esima Università tecnologica europea.
Le Università nel mondo sono circa 30000; gli Atenei presenti nella lista (quindi anche il Politecnico di Milano) sono con certezza da considerare nel primo 5% di tutte le università del mondo.
Migliore del posizionamento complessivo (286esimo) è il giudizio degli accademici (il Politecnico è al 206 posto nel mondo) e soprattutto di coloro che offrono lavoro ai laureati (siamo al 131 posto).
Il Politecnico è migliorato nel numero di pubblicazioni censite nei database internazionali (+15% rispetto all'anno scorso) e nelle citazioni: la sua ricerca è sempre più internazionalmente apprezzata.
Gli sforzi per l'internazionalizzazione hanno portato ad un raddoppio di studenti stranieri.
Il punto debole rimane il rapporto studenti/docenti che non dipende dal Politecnico.


 Convegni   ↑ Top  

Modelica Conference 2009 e Modelica Design Meeting

Dal 20 al 22 Settembre 2009 si è tenuta a Como la VII Conferenza Internazionale Modelica, mentre dal 23 al 25 Settembre si è svolto nella nostra sede l'evento correlato Modelica Design Meeting.
La Modelica Conference, evento mirato alla divulgazione di questa tecnologia, è gestita dalla Sede di Cremona del Politecnico di Milano in collaborazione con la Modelica Association.
L'organizzazione, in particolare, è a cura del Prof. Francesco Casella del Politecnico di Milano.
Il focus degli incontri è stato sulla progettazione del linguaggio, su metodi numerici e simbolici, librerie, simulazione di applicazioni industriali, ecc...
Modelica è un linguaggio orientato agli oggetti nato nel 1997 all'Università di Link÷ping, a Lund, in Svezia. Da allora Modelica si è affermata come standard "de facto" per la simulazione multifisica. Questa tecnologia viene utilizzata anche nel LOOMS (Laboratory of Object Oriented Modelling and Simulation), laboratorio situato al terzo piano della nostra sede in cui si svolgono tesi e progetti relativi al tema della modellistica e della simulazione.
L'evento internazionale correlato, il Modelica Design Meeting, ha avuto lo scopo di sviluppare librerie, ovvero collezioni di modelli matematici di sistemi ingegneristici.
Per maggiori informazioni è possibilie consultare il sito di Modelica all'indirizzo www.modelica.org.


Gli adempimenti IPPC per la filiera agroindustriale: il monitoraggio

Il 15 ottobre 2009, presso il Politecnico di Milano Sede di Cremona, si è svolto l'evento, organizzato da ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente) Lombardia - Dipartimento di Cremona - avente per tema il monitoraggio in ambito agricolo, così come prescritto dalla normativa IPPC. L'Integrated Pollution Prevention and Control, in italiano AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale), è un adempimento ambientale di matrice europea diretto ad una serie di aziende di diversi settori produttivi, tra cui quello agricolo, che superano certe soglie produttive.
La peculiarità di questa autorizzazione risiede nel fatto che sosituisce le autorizzazioni ambientali settoriali con un unico atto. Inoltre, nella sua applicazione, è previsto che il gestore dell'impianto si autocontrolli, compiendo quindi un'attività di monitoraggio periodica all'interno del proprio sito produttivo.
Gli allevatori, che vedono i propri insediamenti sottoposti a questa normativa, devono quindi in prima battuta autorizzarsi per l'esercizio e quindi procedere con il monitoraggio delle principali variabili ambientali d'impresa, quali ad esempio i consumi energetici, idrici, di materia prima, la consistenza dei capi di bestiame presenti, le emissioni aeriformi dalle strutture di stabulazione e dallo stoccaggio dei reflui.
La normativa IPPC e la sua parte relativa al monitoraggio rivestono quindi un momento di opportunità in quanto consentono di conoscere meglio, dall'interno, la propria realtà. Sono una criticità in quanto richiedono adempimenti che il settore agricolo-zootecnico non è avvezzo ad avere.
L'evento ha rappresentato quindi l'occasione per discutere di queste opportunità/criticità, delle modalità per adempiere nel migliore dei modi al monitoraggio, per presentare l'applicativo web regionale AIDA con cui comunicare i risultati del monitoraggio stesso.
Gli interventi sono stati curati da Arpa Lombardia e dal Politecnico di Milano. In particolare la sede cremonese dell'Ateneo, grazie all'Ing. Gabriele Insabato, ha potuto portare la propria esperienza maturata in anni di attività a contatto con il settore agro-industriale.


I risultati sull'utilizzo dei laghi di cava

Il 14 Ottobre nella sede di Cremona del Politecnico si è tenuta la presentazione dei risultati del progetto "I laghi di cava come regolatori delle emergenze idriche".
Nei periodi di particolare siccità diventa indispensabile una gestione sostenibile e partecipata dell'acqua. La presenza di numerosi laghi di cava nella provincia di Cremona rende disponibili risorse idriche che possono essere usate come strumento sinergico.
I principali risultati del progetto sono costituiti da:
- censimento idraulico dei laghi di cava, che evidenzia un volume potenzialmente utilizzabile di circa quattordici milioni di metri cubi nella Provincia di Cremona;
- fattibilità dell'utilizzo dei laghi di cava attraverso la metodologia messa a punto e verificata sperimentalmente;
- indicazioni della metodologia di rinaturazione delle aree perimetrali i laghi di cava;
- messa a punto di un sistema, su rete internet, di supporto alle decisioni per la definizione dei parametri di concessione;
- individuazione di un protocollo operativo per la concessione idrica a base partecipata.
La ricerca, iniziata nel 2007, è stata finanziata dalla Fondazione Cariplo e coordinata dal Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Ambientale, Infrastrutture Viarie e Rilevamento (DIIAR) del Politecnico di Milano; il referente è stato il Prof. Marco Mancini.


Il Linux Day a Cremona

Sabato 24 Ottobre la nostra sede ha accolto, come ogni anno, il Linux Day, la giornata per la diffusione del software libero. La manifestazione si tiene nella stessa giornata in tutte le città d'Italia in cui un Linux User Group (LUG) locale la organizza.
Il Linux Day di Cremona ha previsto una serie di interventi dedicati a chi vuole affacciarsi per la prima volta al mondo GNU/Linux e un'altra scaletta di stampo tecnico mirata ad un'utenza professionale.
Tra gli argomenti e le attività della giornata si segnalano dimostrazioni pratiche di installazione di linux, cenni storici sul mondo dell'informatica, musica e multimedia con linux, simulatore di traffico urbano, sicurezza in rete open source, il ruolo di linux nelle aziende.
Oltre ai seminari erano presenti alcune postazioni pubbliche e la "Toast machine", la macchina per masterizzare un ampio ventaglio di distribuzioni e tutte le presentazioni della giornata. Inoltre, i soci del lug erano a disposizione per rispondere alle domande riguardo l'universo di Linux e del free software.


  Rassegna stampa  ↑ Top  

Data

   Testata

   Titolo articolo

19/08/2009   LA PROVINCIA   ALLA SEDE DI CREMONA DEL POLITECNICO
19/08/2009   LA PROVINCIA   ATENEI CREMONESI AD ALTO GRADIMENTO
21/08/2009   LA PROVINCIA   IMMATRICOLAZIONI AL POLITECNICO
22/08/2009   LA PROVINCIA   POLITECNICO, TEST E MATRICOLE
22/08/2009   LA PROVINCIA   BORSE DI STUDIO AL POLITECNICO
22/08/2009   LA PROVINCIA   BORSE DI STUDIO AL POLITECNICO
23/08/2009   LA PROVINCIA   PROVE E MATRICOLE AL POLITECNICO
23/08/2009   LA PROVINCIA   DIECI BORSE DI STUDIO AL POLITECNICO DI MILANO
26/08/2009   LA PROVINCIA DI CREMONA   IL POLITECNICO PIACE SEMPRE DI PIU'
11/09/2009   LA PROVINCIA   GIORNATA DI ACCOGLIENZA DELLE MATRICOLE
23/09/2009   LA PROVINCIA   AL POLITECNICO IN VIA SESTO IERI SESSIONE DI LAUREA
09/10/2009   CRONACA DI CREMONA   UN ROBOT SVELA I SEGRETI DI STRADIVARI
13/10/2009   CRONACA DI CREMONA   POLITECNICO: CONTRO LA SICCITA' L'UTILIZZO DELLE CAVE
13/10/2009   AVVENIRE   IL ROBOT SUONA IL VIOLINO E PRESTO FARA' ANCHE DA GIUDICE DELLA QUALITA'
15/10/2009   LA CRONACA DI CREMONA CREMA E CASALMAGGIORE   CHE RISORSA I LAGHI DI CAVA CINQUANTA QUELLI UTILIZZABILI
15/10/2009   LA PROVINCIA DI CREMONA   LAGHI DI CAVA: UNA RISORSA PER LE EMERGENZE IDRICHE

  Gli articoli della rassegna stampa sono in formato tiff.
  Per visualizzarli correttamente è consigliabile scaricare il plug-in gratuito Alternatiff disponibile al sito www.alternatiff.com

  Date utili    ↑ Top  

   Data

   Evento

22/10/09

  Inizio iscrizioni TENG del 16/11/09

02/11/09

  Inizio iscrizione TOL recupero OFA totale del 10/11/09 e TOL recupero OFA inglese del 10/11/09

06/11/09

  Termine iscrizione TOL recupero OFA totale del 10/11/09 e TOL recupero OFA inglese del 10/11/09

06/11/09

  Termine presentazione domanda per bando 150 ore

09/11/09

  Inizio sospensione lezioni per valutazione in itinere insegnamenti primo anno

10/11/09

  TOL recupero OFA TOTALE

10/11/09

  TOL recupero OFA INGLESE

11/11/09

  Termine iscrizioni TENG del 16/11/09

11/11/09

  Inizio iscrizione TOL recupero OFA totale del 15/12/09 e TOL recupero OFA inglese del 15/12/09

13/11/09

  Chiusura sede per festività S.Omobono - Santo Patrono di Cremona

16/11/09

  Inizio sospensione lezioni per valutazione in itinere insegnamenti anni successivi

16/11/09

  TENG (riservato ai laureandi)

16/11/09

  Termine presentazione domanda di ammissione al 2° semestre (sessione anticipata) della Laurea Specialistica

17/11/09

  Inizio valutazioni condizioni di ammissione al 2° semsetre (sessione anticipata) della Laurea Specialistica

17/11/09

  Inizio iscrizioni TENG del 18/12/09

20/11/09

  Termine sospensione lezioni per valutazione in itinere

26/11/09

  Inizio Salone dello Studente Cremona

27/11/09

  Scadenza per rinuncia e rimborso prima rata per gli studenti iscritti al primo anno

28/11/09

  Fine Salone dello Studente Cremona

10/12/09

  Termine iscrizione TOL recupero OFA totale del 15/12/09 e TOL recupero OFA inglese del 15/12/09

11/12/09

  Scadenza acquisizione attestazione ISEEU

15/12/09

  TOL recupero OFA TOTALE

15/12/09

  TOL recupero OFA INGLESE

15/12/09

  Termine iscrizioni TENG del 18/12/09

16/12/09

  Inizio iscrizione TOL recupero OFA totale del 19/10/09 e TOL recupero OFA inglese del 19/01/10

17/12/09

  Termine valutazioni condizioni di ammissione al 2° semestre (sessione anticipata) della Laurea Specialistica

18/12/09

  Pubblicazione risultati per ammissione al 2° semestre (sessione anticipata) della Laurea Specialistica

18/12/09

  TENG (riservato ai laureandi)

18/12/09

  Termine presentazione richiesta esonero tasse

21/12/09

  Inizio iscrizioni TENG 22/01/10

21/12/09

  Inizio interruzione lezioni per vacanze natalizie

06/01/10

  Termine interruzione lezioni per vacanze natalizie

14/01/10

  Termine iscrizione TOL recupero OFA totale del 19/01/10 e TOL recupero OFA inglese del 19/01/10

19/01/10

  TOL recupero OFA TOTALE

19/01/10

  TOL recupero OFA INGLESE

19/01/10

  Termine iscrizioni TENG del 22/01/10

22/01/10

  TENG (riservato ai laureandi)

23/01/10

  Termine lezioni 1° semestre

25/01/10

  Inizio sessioni d'esami



  - PER RICEVERE LA NEWSLETTER CLICCA QUI
  - PER NON RICEVERE PIU' LA NEWSLETTER CLICCA QUI
  - PER LEGGERE LE NEWSLETTER PRECEDENTI CLICCA QUI