Se non visualizzi il messaggio in maniera corretta clicca qui



Newsletter          
Ottobre 08
  Date utili   

   Data

   Evento

06/10/08

  Termine presentazione piano di studi per gli studenti iscritti agli anni successivi

13/10/08

  Termine presentazione utile per effettuare richieste di passaggio di corso

13/10/08

  Inizio presentazione domanda per bando 150 ore

14/10/08

  Inizio iscrizioni TOL recupero OFA del 29/10/08

16/10/08

  Termine pagamento prima rata per gli studenti iscritti agli anni successivi

16/10/08

  Termine presentazione richieste esonero per studenti disabili ed Erasmus

21/10/08

  Inizio iscrizioni TOL recupero OFA del 30/10/08

27/10/08

  Termine iscrizione TOL recupero OFA del 29/10/08 e del 30/10/08

29/10/08

  TOL recupero OFA

30/10/08

  TOL recupero OFA (sessione straordinaria)

31/10/08

  Inizio iscrizione TOL recupero OFA totale del 7/11/08, TOL recupero OFA inglese del 12/11/08 e TENG del 12/11/08

05/11/08

  Termine iscrizioni TOL recupero OFA del 7/11/08

07/11/08

  TOL recupero OFA (solo OFA totale)

07/11/08

  Termine presentazione domanda per bando 150 ore

10/11/08

  Inizio sospensione lezioni per valutazione in itinere insegnamenti primo anno

10/11/08

  Termine iscrizioni TOL recupero OFA e TENG del 12/11/08

12/11/08

  TOL recupero OFA (solo OFA inglese)

12/11/08

  TENG (riservato ai laureandi)

13/11/08

  Chiusura sede per festività S.Omobono - Santo Patrono di Cremona

17/11/08

  Inizio sospensione lezioni per valutazione in itinere insegnamenti anni successivi

22/11/08

  Termine sospensione lezioni per valutazione in itinere

27/11/08

  Inizio Salone dello studente Cremona

28/11/08

  Scadenza per rinuncia e rimborso prima rata per gli studenti iscritti al primo anno

28/11/08

  Scadenza acquisizione attestazione ISEEU

29/11/08

  Fine Salone dello studente Cremona

03/12/08

  Inizio "Connessione Campus 2008" - Brescia

06/12/08

  Fine "Connessione Campus 2008" - Brescia

19/12/08

  Termine presentazione richieste esonero per studenti che interrompono gli studi a causa di infermità gravi e prolungate, studentesse divenute madri nell'anno solare 2008, studenti lavoratori, studenti che prestano servizio civile o militare volontario, studenti stranieri borsisti del Governo Italiano


 Notizie della sede  

POLI SUMMER WEEK: un'intensa settimana di Politecnico di Milano a Cremona

La Poli Summer Week si è conclusa come previsto il 25 luglio con la consegna degli attestati di partecipazione all' iniziativa.
L'ultima giornata di permanenza a Cremona si è protratta fino a sera con grigliata in giardino e musica rock.
E' stata una settimana molto impegnativa che ha visto un susseguirsi di lezioni in aula, esercitazioni e visite guidate in aziende del territorio (Bosch, AEM, nodo idraulico di Cassano d'Adda).
La visita turistica della città si è dovuta concentrare solo su alcuni dei monumenti più belli di Cremona, quali il Duomo e la Chiesa di San Sigismondo, ma molto interesse ha suscitato pure la visita al museo civico "Ala Ponzone" con la pinacoteca e il museo stradivariano.
Il caldo di luglio, particolarmente aggressivo in questa settimana, ha messo a dura prova i ragazzi specialmente nelle due visite guidate al nodo idraulico di Cassano, al mattino, e nello stesso giorno ma al pomeriggio, la visita in AEM agli impianti di potabilizzazione delle acque, al depuratore e al termovalorizzatore, tanto da spingerli a rifugiarsi sul pullman in cerca di aria "condizionata".
L'iniziativa comunque si è svolta secondo il programma pubblicato sul sito e illustrato dal prof. Ferretti nel discorso di benvenuto. L'esito di questa esperienza ha fornito ai ragazzi uno spunto di valutazione sulle prospettive offerte dalle facoltà ingegneristiche con particolare riguardo ai corsi di laurea attivi presso la nostra sede. Dei 23 ragazzi invitati 12 si sono iscritti al Politecnico e di questi 4 nella nostra sede.
Dato il successo dell'iniziativa anche il prossimo anno si ripeterà l'esperienza della Poli Summer Week magari migliorando quegli aspetti che sono risultati essere più critici nei questionari di customer satisfaction distribuiti a fine settimana (es. troppi impegni, poco tempo libero).


L'attrazione del Politecnico di Milano
Sempre più numerosi gli iscritti al test d'ammissione

La sede di Cremona del Politecnico conferma la sua attrattività con 169 iscrizioni al test d'ingresso (162 lo scorso anno).
In dettaglio, il Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio registra 32 preferenze (34 nel 2007), il Corso in Ingegneria Gestionale 72 (71 nel 2007) e il Corso in Ingegneria Informatica 65 (57 nel 2007).
Ed è ancora record considerando il complessivo di Ateneo, sono 12110 le aspiranti matricole del Politecnico di Milano. Una capacità di attrazione in costante crescita che quest'anno ha superato ogni aspettativa, registrando due interessanti tendenze:
- l'aumento degli stranieri che provano a entrare al Poli già al triennio di laurea (il 24% in più rispetto all'anno scorso). La Cina fa la parte del leone, ma sono quasi raddoppiati gli studenti dell'Unione Europea e dell'Africa.
- la scelta dei ragazzi, e sempre più ragazze, di studiare Ingegneria (6281 contro i 5873 dell'anno scorso con un numero di donne sempre più deciso: 1462, il 7,5% in più del 2007).
"Sono numeri che mi soddisfano - commenta Giulio Ballio, Rettore del Politecnico di Milano - non solo per la loro forza in sé ma soprattutto perchè rappresentano il gradino più alto di un trend in costante crescita. I nostri sforzi per fare in modo che gli studenti già alle superiori abbiano modo di confrontarsi con l'università che sceglieranno, che una volta entrati trovino un ambiente di livello internazionale e competitivo e che prima di laurearsi conoscano già l'impresa o l'ente per il quale lavoreranno, sono stati senz'altro riconosciuti e apprezzati. Il Politecnico di Milano continuerà a impegnarsi nella direzione intrapresa".
Considerando le preferenze espresse a livello assoluto, sempre a livello di Ateneo, sono i corsi di Ingegneria Gestionale e Meccanica quelli che registrano le performance migliori, bissando la tendenza già registrata nel 2007.
Dando infine uno sguardo alle provenienze delle aspiranti matricole, da fuori Lombardia arrivano complessivamente il 28% dei ragazzi iscritti ai test. In decisa crecita rispetto all'anno precedente e con numeri consistenti Calabria, Marche, Abruzzo, Liguria e Basilicata.

Il Comunicato Stampa da cui è tratto il testo è disponibile qui.


Consegnati i primi 2000 euro ai 10 neouniversitari meritevoli....tanto per cominciare
Cerimonia di consegna di borse di studio offerte dall'Associazione Cremonese Studi Universitari

Martedì 21 Ottobre si è effettuata presso l'Aula Magna Maffezzoni della sede cremonese del Politecnico di Milano di consegna delle Borse di Studio del valore di 5.000 Euro ciascuna offerte dall'Associazione Cremonese Studi Universitari (ACSU) a dieci studenti particolarmente meritevoli che si sono iscritti al primo anno dei Corsi di Laurea della sede.
Il conferimento di questo importante riconoscimento annuale è stato introdotto dal Prof. Gianni Ferretti, Presidente del Centro per lo Sviluppo della Sede di Cremona.
Il Prof. Filippo Renga, docente e ricercatore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale, ha illustrato gli ulteriori servizi che saranno offerti a tali studenti.
La Borsa di Studio, che si pone l'obiettivo di incrementare ulteriormente l'eccellenza della formazione del Politecnico di Milano, include infatti la possibilità di accedere ad un percorso di formazione avanzata che potrà comprendere: insegnamento mirato dell'inglese professionale, summer job presso alcune aziende italiane; periodo di studio all'estero; incontri diretti con Top Manager delle principali aziende italiane; corsi di approfondimento su business planning, project management, eBusiness, business intelligence, ecc.
La Commissione Giudicatrice per la selezione dei candidati ha considerato i risultati scolastici conseguiti durante gli studi di scuola media superiore, la formazione multidisciplinare e le capacità personali valutate anche attraverso colloqui individuali.
La Borsa di Studio sarà erogata in tre rate: durante la cerimonia gli studenti hanno ricevuto la prima quota di 2.000 Euro, la successiva di 1.000 Euro verrà erogata all'inizio del secondo anno accademico e l'ultima sarà invece assegnata al conseguimento della Laurea di Primo Livello.
Il mantenimento della borsa sarà perciò confermato annualmente e subordinato ad alcune condizioni: votazione media degli esami non inferiore a 27/30; numero di crediti formativi acquisiti pari almeno all'80% di quelli previsti dal manifesto degli studi; iscrizione e frequenza del Corso di Laurea prescelto nella Sede di Cremona del Politecnico di Milano.
Segue l'elenco degli studenti beneficari per l'anno accademico 2008-2009: Ancona Riccardo, Bonetti Rossella, Buccella Alessandra, Cozzini Jessica, De Stefani Jacopo, Gandolfi Emanuele, Lanzanova Matteo, Lucini Paioni Alberto, Russo Domenico, Sidoti Cristian.

 Lettere  

Dall'Uzbekistan per studiare Ingegneria Informatica a Cremona
Alsu Shakirzyanova, 2° anno Ingegneria Informatica

La scelta di iscrivermi al Politecnico è maturata quando ho preso la decisione di mettere momentaneamente nel cassetto la mia precedente laurea in filologia (ottenuta a Tashkent, mia città natale) e iscrivermi ad una facoltà ad indirizzo scentifico per incrementare le mie competenze e aumentare le probabilità di arrivare ad ottenere un buon lavoro. Sapevo che sarebbe stato un percorso impegnativo e temevo le difficoltà legate alla necessità di imparare molti vocaboli specialistici, ma ho scoperto che la cultura scientifica è una lingua davvero universale e grazie all'aiuto di alcuni compagni di corso e alla pazienza e disponibilità di alcuni esercitatori riesco a seguire le lezioni con sempre maggiore profitto. Per quanto riguarda l'organizzazione e le scadenze del piano di studi inizialmente mi ha stupito il grado di libertà di scelta di cui godono gli studenti italiani (ad esempio la possibilità di scegliere l'appello a cui presentarsi) che richiede un grado di responsabilità piuttosto alto. Ben congegnato il sistema delle prove in itinere, che permettono di monitorare il proprio grado di preparazione ed evitare le classiche corse dell'ultimo momento.
La scelta della sede di Cremona si è rivelata positiva sia per il fatto che le dimensioni contenute della facoltà permettono un rapporto diverso con la struttura (in segreteria ti conoscono per nome) e con i docenti, sia per il fatto che la città è tranquilla e vivibile. Alla fine di questo primo anno di studi sono contenta della mia decisione.


Fuori sede ma totalmente dentro alla nuova realtà universitaria
Le prime impressioni ed esperienze di alcuni studenti fuori sede iscritti al primo anno

Domenico Russo, Monteroduni (Isernia), Ingegneria Gestionale
Alla domanda "Come si studia alla sede di Cremona del Politecnico di Milano?" rispondo evidenziando la serenità con cui è possibile studiare in una sede piccola ed efficiente, dove si ha la possibilità di conoscersi meglio, di socializzare e soprattutto è possibile instaurare un rapporto diretto tra docenti e studenti.
Allo stesso tempo si prova fierezza e vanto di frequentare uno degli atenei più prestigiosi d'Europa quale il Politecnico di Milano.
Inoltre devo dire che mi ha colpito la gentilezza degli abitanti di Cremona, la qualità dei servizi offerti e in generale il contesto molto accogliente.
Tra i tanti aspetti positivi devo dire che sono riuscito a trovare abbastanza facilmente un alloggio, che è situato nella prima periferia della città e distante circa quattro chilometri dall'università.
Ogni giorno raggiungo comodamente l'università in bicicletta sfruttando la percorribilità, in termini di traffico, delle strade cremonesi.
Invece il carico di studi è certamente superiore rispetto a quello delle scuole superiori, tuttavia, sono fiducioso nella possibilità di superare gli ostacoli, di abituarmi alla nuova routine giornaliera e di consolidare una crescita.

Alessandra Buccella, Ari (Chieti), Ingegneria Gestionale
La vita di uno studente fuori sede al Politecnico di Milano, sede di Cremona, per quanto programmata e progettata da tempo, ha un inizio un po' concitato, specialmente per chi supera il test d'ingresso a settembre.
Tutto inizia con l'attesa notizia che si è stati ammessi, e allora, velocemente, stipulare il contratto d'affitto, traslocare, portare a termine l'iscrizione e tutta una serie di piccole grandi incombenze da sbrigare prima che l'avventura vera e propria abbia inizio.
Si dà il via alle lezioni e fortunatamente la partecipazione in luglio alla PoliSummerWeek è stata un utile momento di orientamento: almeno in parte sappiamo cosa ci aspetta.
La vita durante la settimana è intensa, lezioni mattutine, pomeridiane e poi lo studio, ma c'è la soddisfazione di fare ciò che si desidera e la certezza di farlo al meglio, così anche se quando rientri a casa devi cucinare e fare un po' d'ordine, non ti demoralizzi e ce la metti tutta.
Inoltre, al Politecnico hai la sensazione di non essere abbandonato a te stesso, ma di avere sempre un punto di riferimento ed un obiettivo raggiungibile lì ad attenderti. Ad aiutarti c'è l'organizzazione scrupolosa delle lezioni e delle prove in itinere che spronano ad organizzare in modo sistematico lo studio e a non rimanere indietro.
In più, al Politecnico si valorizza e premia l'impegno e la dedizione allo studio, non solo con l'accesso selettivo alle lauree specialistiche, ma anche con incentivi economici e formativi quali, ad esempio, borse di studio comprensive di corsi di approfondimento.
Come valore aggiunto c'è poi da dire che Cremona è una città vivibile e a misura d'uomo, immersa nella tranquillità ma non per questo priva di svaghi.

Riccardo Ancona, Palermo, Ingegneria Informatica
Piacere! Mi presento, sono Riccardo Ancona, uno studente del Politecnico di Milano sede di Cremona.
Vorrei parlarvi della mia vita universitaria qui a Cremona, non perchè la reputi speciale più delle altre, ma perchè vorrei condividere con voi ciò che non mi sarei mai aspettato di vivere a Palermo, città dove sono nato. Eh si, vengo da molto lontano!
La scelta di venire qui al Polimi è stata abbastanza sofferta, ho impiegato più di un anno intero prima di decidermi a lasciare 18 anni della mia vita a più di 1400 km da casa, la famiglia, gli amici: è stata dura, ma alla fine, come tutte le cose che possono solo migliorare ciò che sarà il tuo avvenire, ho accettato di venire ad abitare qui a Cremona.
Avevo già avuto una piccola anteprima della vita del campus quest'estate prendendo parte (come clandestino! Mi sono trovato nel posto giusto al momento giusto, ero venuto a trovare mia sorella che abita qui) a due dei giorni della Summer Week del Politecnico di Milano organizzata dalla sede di Cremona. Qui ho avuto conferma dell'alto livello di preparazione sia dei docenti sia del personale dell'università, ma la cosa che mi ha stupito più di tutto è stata la grandissima disponibilità che hanno dimostrato nei miei confronti: hanno davvero risposto, senza battere ciglio, ad ogni mio interrogativo e si sono anche offerti di farmi fare un giro per tutto il campus sottraendo del tempo al proprio lavoro.
E ancora adesso, ora che sono iniziate le lezioni da più di un mese e la vita all'università è diventata più intensa, è rimasto tutto come mi si era presentato in estate: i docenti amano il loro lavoro e fanno di tutto per mantenere alta la qualità delle loro lezioni cercando sempre di coinvolgere noi studenti, ciascuno secondo la propria personalità, e rendendosi disponibili anche oltre l'orario delle lezioni per qualsiasi problema o approfondimento. Il personale non perde mai il sorriso e cerca di aiutarti il più possibile, venendoti anche a cercare se è il caso. E se tutto questo dovesse sembrare abbastanza monotono e paradisiaco, non mancano anche alcune personalità abbastanza singolari (!) che contribuiscono a rendere il Polimi un posto ancora più interessante :)
Qui a Cremona ho trovato altri che, come me, amano il corso di laurea che hanno scelto (tra cui molti provenienti dal Sud, non me ne sarei mai aspettati così tanti!) e che ci tengono ad avere sia una solida preparazione universitaria sia soprattutto una cerchia di amici con cui condividere la loro esperienza qui in questa piccola e tranquilla città piena di verde, dove non mancano le occasioni per divertirsi.
Spero di non avervi annoiato più di tanto con questo breve estratto della mia vita universitaria, e di avervi dato un idea di cosa si fa qui al Polimi.
Ci vediamo a lezione!

Silvia Achilli, Rivergaro (Piacenza), Ingegneria Informatica
Inanzitutto sono pienamente soddisfatta dell'esperienza vissuta qui a Cremona in occasione della PoliSummerWeek, grazie alla quale ho avuto modo di conoscere meglio la città e di confermare la scelta di studio.
Ho deciso quindi di iniziare questa nuova avventura, viaggiando ogni giorno con più di un mezzo pubblico sebbene la sede sia a circa 80 km dalla mia residenza. Inoltre, ho optato per Cremona poichè, essendo una piccola città, permette di ambientarsi facilmente rispetto a grandi metropoli quali Milano.
Ciò che mi ha colpito maggiormente, grazie anche al numero contenuto di studenti, è lo stretto legame docente-studente e il rapporto con tutto il personale universitario.
Purtroppo, tra lezioni, ore di studio e di viaggio, di tempo libero disponibile ne rimane ben poco. La vita universitaria, infatti, è certamente più dura rispetto a quella delle scuole superiori (secondo alcuni aspetti), perciò è necessario iniziare con una grande volontà e un buon spirito di organizzazione per affrontare ogni ostacolo con determinazione durante il percorso di laurea.
In conclusione, posso dire che la sede di Cremona del Politecnico di Milano è decisamente adatta per intraprendere il proprio percorso di studi in piena armonia con la città, gli studenti, i docenti e l'intera università.

 Tirocini e Tesi di Laurea  

Metodi di rilevamento non invasivi: una applicazione di alta precisione al rilievo di un violino
Tesi di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio di Nicolò Boldori
Relatore: Prof. Livio Pinto

La liuteria moderna tende sempre più a replicare violini a partire dalle caratteristiche dei migliori strumenti antichi, in particolare di Antonio Stradivari. A tal scopo urge la necessità di poter lavorare con "modelli" di violini preziosi per riprodurre ad esempio la tavola armonica con la massima accuratezza possibile. Nonostante diversi tentativi mediante laser a scansione non si è prodotto nessun risultato utilizzabile, perchè la vernice presente sulla superficie del violino dava luogo a multi-path e riflessioni della stessa luce laser. Si è pensato quindi di risolvere il problema mediante l'utilizzo della tecnica fotogrammetrica, con l'obiettivo di riprodurre un modello tridimensionale di cassa armonica con precisione del decimo di millimetro. Tale tecnica consiste nello scattare una serie di fotografie da angolazioni differenti dette "prese fotogrammetriche", in cui risulti visibile l'intero violino.
Attraverso l'identificazione di punti omologhi (stesso punto visibile su più immagini) è possibile quindi ricostruire l'orientamento esterno delle varie prese. Partendo dai punti omologhi, è possibile poi addensare la nuvola di punti, in modo da poterla poi facilmente interpolare con una superficie che descriva al meglio la cassa armonica del violino, garantendo ad ogni modo che l'interpolazione sia all'interno della tolleranza richiesta. Il modello 3D così creato potrà essere sfruttato non solo per il motivo sopra citato ma anche per studiare a fondo il legame suono-forma (levigazione ed intaglio) del lagno della cassa.
Va ricordato infine che tutto il lavoro è stato svolto sotto la supervisione dei professori Livio Pinto del Politecnico di Milano, Gianfranco Forlani e Riccardo Roncella dell'Università degli Studi di Parma. Il violino, un "Garimberti" d'inizio '900, è stato gentilmente fornito dalla Scuola Internazionale di Liuteria "A.Stradivari" di Cremona, presso la quale si è svolto il rilievo stesso.


Applicazione Web per la stesura delle regole per la supervisione dei processi BPEL
Tesi di Laurea in Ingegneria Informatica di Bacciocchi Roberto
Relatore: Prof. Luciano Baresi
Correlatore: Dott. Sam Guinea

Con il progressivo sviluppo della rete Internet, in termini di costi e velocità, nonchè della sua diffusione sempre più capillare, è emerso un nuovo paradigma di applicazione, il quale prevede che alcune sue parti vengano sviluppate e gestite da enti terzi, e offerte come servizi all'applicazione stessa tramite Web. Tali servizi sono chiamati Web Service.
Per lo sviluppo di Web Service complessi, a partire da altri servizi più semplici, è stato sviluppato il linguaggio BPEL. Esso permette di comporre Web Service appartenenti a domini differenti, coordinandoli opportunamente, al fine di creare un servizio a valore aggiunto, chiamato "processo BPEL".
Data la natura distribuita delle applicazioni sviluppate facendo uso di questo paradigma, potrebbe accadere che alcuni Web Service di cui essa fa uso, vengono modificati in termini di funzionalità e qualità del servizio, e che questo porti l'applicazione a non funzionare correttamente. Ciò è possibile in quanto tali servizi sono sotto la giurisdizione di aziende esterne, le quali possono modificarli in base alle loro esigenze.
A tale scopo sono state sviluppate delle applicazioni per la supervisione dei processi BPEL, tra cui Dynamo, la quale permette di specificare, con il linguaggio ad hoc WSCoL, le regole di supervisione che dovranno essere verificate a runtime durante l'esecuzione del processo BPEL.
La supervisione di tali processi è completamente isolata dal loro sviluppo, in quanto le regole di supervisione vengono specificate in un secondo momento, e non vengono inserite all'interno del codice del processo.
Per la creazione di processi BPEL esistono svariati tools di sviluppo. Ciò non è altrettanto vero per la loro supervisione. Ciò di cui si necessitava era un applicazione che permettesse di scrivere le regole di supervisione in maniere semplice e guidata. Lo sviluppo di tale applicazione è l'oggetto della tesi.
Per rendere l'applicazione portabile e immediatamente disponibile, si è scelto di svilupparla come applicazione web. Grazie alle nuove tecnologie del Web 2.0 e in particolare ad AJAX le applicazioni di questo tipo sono paragonabili alle applicazioni desktop classiche, in termini di velocità di risposta e stile grafico.
In sintesi l'applicazione sviluppata mette a disposizione dell'utente uno strumento che permette di gestire in maniera semplice le regole di supervisione per un determinato processo BPEL. La loro stesura è agevolata dal syntax highlighting e dall'autocompletamento del codice, nonchè da viste opportune delle variabili del processo BPEL, che permettono la stesura delle regole senza che si debba analizzare il codice del processo stesso.


"Il private equity italiano nel settore delle energie rinnovabili: analisi e prospettive"
Tesi di Laurea in Ingegneria Gestionale di Silvia Salini
Relatore: Prof. Alessandro Casula

Nello scenario energetico moderno si affronta quotidianamente l'ottimizzazione di due obiettivi spesso inconciliabili: il progresso tecnologico e la salvaguardia dell'ambiente.
Infatti, il mercato energetico attuale, caratterizzato da numerose problematiche, rende indispensabile l'adozione di misure di politica energetica ed ambientale, come per esempio la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.
A supporto di ciò, giocano un ruolo fondamentale gli investimenti in Ricerca & Sviluppo, per i quali servono ingenti somme di capitali. E' quindi fondamentale chiarire quanto il private equity possa essere uno strumento vantaggioso per finanziare imprese impegante nella realizzazione di tecnologie innovative, spesso caratterizzate da rischio elevato, come gli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.
Mentre in molti Paesi Europei e nel Nord America esistono svariati operatori, in Italia il settore delle rinnovabili presenta una scarsa attrattiva. Risulta tuttavia interessante scoprire quanto possa essere vantaggioso investire in aziende che lavorano alla realizzazione di nuove tecnologie con elevate prospettive di sviluppo anche nel nostro Paese.
In Italia le società di private equity, che hanno investito, oltre che nei settori tradizionali, anche nel settore in esame, sono una minoranza. Solo una società (Atmos S.S.G.I.), si prepara ad essere il primo veicolo di investimento interamente dedicato a tematiche ambientali, sul quale si è svolto uno studio approfondito circa i suoi strumenti strategici, che le consentono di trarre profitto.
Per dimostrare, quindi, quanto gli investimenti nelle energie pulite possano produrre rendimenti interessanti ed attrarre, di conseguenza, gli operatori di private equity, è stata effettuata una simulazione di investimento in un impianto eolico: si è potuto così confermare la convenienza dello sfruttamento del vento come fonte energetica rinnovabile.
Investire somme di capitali per lo sviluppo di queste tecnologie rende quindi raggiungibile l'obiettivo di massimizzare progresso e ritorno economico salvaguardando, nel contempo, l'ambiente.

 Orientamento  

Condivisione di esperienze universitarie e aiuto nella preparazione per chi si vuole iscrivere

Nelle sede cremonese del Politecnico, in tutto il periodo di iscrizione al test d'ammissione, è stato istituito, come negli scorsi anni, uno spazio informativo gestito dagli studenti della sede per condividere la loro esperienza universitaria e fornire approfondimenti sugli aspetti didattici dei vari corsi, offrendo così un utile vademecum sul mondo Politecnico.
La sede, inoltre, ha organizzato anche quest'anno a fine Agosto un breve corso, gratuito, per dare un supporto nella preparazione della prova di ammissione ad Ingegneria ed iniziare così il percorso universitario senza debiti formativi da colmare.
Il corso, tenuto da studenti tutor, ha riguardato i principali argomenti di matematica e fisica: la sezione di Logica, Matematica e Statistica infatti è quella più temuta dagli studenti e pesa maggiormente sul punteggio finale del test.
Come materiale didattico, il Politecnico mette anche gratuitamente a disposizione i volumi "POLItest - Il test di Ingegneria al Politecnico di Milano".
Il Test on Line (TOL) consiste nella soluzione di 65 quesiti a risposte multiple che mirano a verificare il possesso di una solida conoscenza dei concetti fondamentali della matematica e della fisica, l'attitudine al ragionamento logico-astratto e la conoscenza della lingua inglese.
Il test è obbligatorio, ma non selettivo. Nel caso di un punteggio inferiore alla soglia minima l'immatricolazione è comunque possibile, ma non sono consentiti il sostenimento di esami e prove in itinere né la presentazione di un piano di studi autonomo fino al superamento della prova in una delle tante sessioni di recupero.

 Convegni  

Convegno internazionale "Developments and New Tracks in Trace Theory"

Dal 9 all'11 Ottobre la sede cremonese del Politecnico ha ospitato il convegno su recenti sviluppi e nuove direzioni di ricerca nella teoria delle tracce (Developments and New Tracks in Trace Theory).
L'incontro fa parte di una serie di eventi scientifici internazionali di altissimo livello, promossi dalla European Science Foundation allo scopo di catalizzare lo sviluppo scientifico in Europa. Il workshop inoltre è supportato dal progetto AutoMathA, ricerca sulla teoria matematica degli automi e le sue applicazioni.
La teoria delle tracce è un recente sviluppo delle matematiche per l'informatica, che, secondo il parere degli specialisti, potrebbe dare ordine e metodo nelle applicazioni dell'informatica tipiche della Rete e del calcolo ad alte prestazioni.
DNTTT'08 mira a fare il punto sui progressi della teoria dei linguaggi traccia, associati ad attività di calcolo parzialmente commutative. Questo sviluppo della teoria classica dei linguaggi formali è tra i più promettenti per modellare e analizzare i sistemi che evolvono nel tempo con attività parallele e distribuite. L'incontro si è focalizzato sugli aspetti algoritmici, algebrici, e logici della teoria, oltre che sui modelli per l'analisi e la sintesi di sistemi distribuiti e paralleli.
Gli organizzatori, Prof. Stefano Crespi Reghizzi del Politecnico, Prof. Dietrich Kuske di Lipsia e Prof. Anca Muscholl di Bordeaux, hanno pensato che la capitale della liuteria potesse offrire un contesto favorevole a un incontro dove l'intenso dibattito scientifico potesse alternarsi a pause di visita artistica e gastronomica.
Il programma degli oltre venti interventi è visibile nel sito apposito del convegno http://tracetheory.elet.polimi.it/

  Rassegna stampa 

Data

   Testata

   Titolo articolo

01/07/2008   LA STAMPA   IL POLITECNICO VINCE LA PARTITA SUL FRONTE RICERCA, FORMAZIONE, INNOVAZIONE, INTEGRAZIONE FRA STUDENTI
02/07/2008   LA CRONACA DI CREMONA   FONDAZIONE POLITECNICO - SCOUTING ITC, DALLA RICERCA ALL'IMPRESA, UN' INIZIATIVA PER FAVORIRE LA NASCITA E LO SVILUPPO
03/07/2008   IL SOLE 24 ORE - INSERTO NOVA24   L'ECCELLENZA SCELTA DALL'ESTERO
04/07/2008   LA CRONACA DI MANTOVA   LAVORO: NON E' TANTO LONTANO
06/07/2008   AVVENIRE - EDIZIONE MILANO E LOMBARDIA   GLI UNIVERSITARI FUORI SEDE DOMANDANO CITTADINANZA
10/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   SPORTELLO PER GLI UNIVERSITARI
10/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   SCONTI CON LA UNIVERSITY CARD
10/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   LE SEDI FUORI PORTA: ECCO GLI ATENEI PIU' GETTONATI
13/07/2008   LA PROVINCIA   MATURITA' ALL'ITIS TORRIANI - LANZANOVA SI E' DIPLOMATO CON 100 E LODE
14/07/2008   IL SOLE 24 ORE   LE PAGELLE ALLE UNIVERSITA' - SONO A MILANO GLI ATENEI DI QUALITA'
14/07/2008   LA CRONACA DI CREMONA   DUE CLASSI IN UN ANNO E IL MASSIMO DEI VOTI
14/07/2008   LA CRONACA   UNIVERSITA': IL MERCATO DEL LAVORO PREMIA LE FACOLTA' SCIENTIFICHE
14/07/2008   IL SOLE 24 ORE   LE PAGELLE ALLE UNIVERSITA'
14/07/2008   IL SOLE 24 ORE   SONO A MILANO GLI ATENEI DI QUALITA'
15/07/2008   LA GAZZETTA DELLO SPORT   POLITECNICO, PERCHE' QUI SI STUDIA MEGLIO
15/07/2008   IL SOLE 24 ORE   IL "PUBBLICO" PREMIA LA RICERCA
15/07/2008   IL GIORNALE Ed. Milano   POLITECNICO E BOCCONI I MIGLIORI ATENEI D'ITALIA
15/07/2008   24 MINUTI   LE LAUREE CHE DANNO LAVORO
17/07/2008   LA VITA CATTOLICA   IL POLITECNICO BATTE TUTTI / IL 20 LA SETTIMANA DI AVVICINAMENTO
21/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   I GENIETTI DELLO SCIENTIFICO PROTAGONISTI A BUDAPEST
21/07/2008   LA CRONACA DI CREMONA   UNIVERSITA' E LAVORO, IL "LEGAME" SI RAFFORZA
21/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   ASPIRANTI INGEGNERI DA IERI IMPEGNATI NELLA POLI SUMMER WEEK
23/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   INCONTRO SUL P GRECO STASERA AL POLITECNICO
24/07/2008   LA CRONACA DI CREMONA   OGGI LE LAUREE AL POLITECNICO - IN SERATA CONVERSAZIONE SUL PI GRECO
24/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   POLITECNICO ALTRI DODICI INGEGNERI
25/07/2008   LA CRONACA DI CREMONA   BORSE DI STUDIO PER IL POLITECNICO
26/07/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   POLITECNICO , 10 BORSE DI STUDIO PER FUTURI LAUREATI IN INGEGNERIA
30/07/2008   LA CRONACA DI CREMONA   ALTA COMPETITIVITA' E FORTE SPECIALIZZAZIONE
02/08/2008   LA CRONACA DI CREMONA   TEST POLITECNICO, CORSI PREPARATORI
02/08/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   LA "FABBRICA DELLA BIONERGIA" CRESCE
03/08/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   POLITECNICO, UN CORSO PER LE PROVE DI AMMISSIONE
06/08/2008   IL SOLE 24 ORE LOMBARDIA   OCCUPAZIONE, BAROMETRO STABILE / FACOLTA' SCIENTIFICHE AL TOP NELLE RICHIESTE DEL MERCATO LOCALE
06/08/2008   IL SOLE 24 ORE   PROFESSIONI - ALL'AMBIENTE SERVONO SPECIALISTI / COSI' ENTI E UNIVERSITA' MOLTIPLICANO I CORSI
08/08/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   CON INGEGNERIA LAVORO SICURO
12/08/2008   LA PROVINCIA   ISCRIZIONI AI TEST AL POLITECNICO
18/08/2008   IL SOLE 24 ORE   CONCORRENZA TRA STUDENTI, NON SOLO TRA UNIVERSITA'
20/08/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   PALAZZO, ECCO IL NASOMETRO PER CONTROLLARE LE TRIPPERIE
21/08/2008   IL GIORNALE   LA RIVINCITA DEI SECCHIONI. ORA LE AZIENDE RICHIEDONO LA LAUREA E IL MASTER
21/08/2008   IL GIORNALE   ECCO TUTTE LE DOMANDE-CHIAVE PRIMA DI ISCRIVERSI ALLUNIVERSITA'
21/08/2008   IL CITTADINO   LE MATRICOLE PUNTANO SU INGEGNERIA
27/08/2008   CORRIERE DELLA SERA   INGEGNERE, UN LAVORO PER DONNE. RECORD DI ISCRIZIONI A MILANO
27/08/2008   IL GIORNALE Ed. Milano   RECORD D'ISCRIZIONE AI TEST DEL POLITECNICO: OLTRE 12 MILA ASPIRANTI
28/08/2008   IL MESSAGGERO   VACIAGO: "E' UN UTOPIA PENSARE CHE LE LAUREE SIANO TUTTE UGUALI"
29/08/2008   OFFICE MAGAZINE   LE LEZIONI UNIVERSITARIE? NEL TUO SALOTTO!
29/08/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   POLITECNICO, 169 CREMONESI ISCRITTI AL TEST D'INGRESSO
29/08/2008   LA CRONACA DI CREMONA   E SEMPRE DI PIU' SCELGONO IL POLITECNICO
01/09/2008   IL GIORNALE DELL'INGEGNERE   UN GIUDIZIO DEFINITIVO E' PREMATURO MA I PRIMI RISULTATI SONO CONFORTANTI
01/09/2008   IL GIORNALE - INSERTO DOSSIER   LOMBARDIA - DOVE IL SAPERE INCONTRA LA PRODUZIONE
02/09/2008   LA CRONACA DI CREMONA   ALLOGGI PER UNIVERSITARI, PARTE LA CACCIA
06/09/2008   IL GIORNALE Ed. Milano   NON SOLO FANNULLONI: PREMIATI POLITECNICO, REGIONE E COMUNE
11/09/2008   LA CRONACA DI CREMONA   IL POLITECNICO: STOP AD ALTRE AREE RESIDENZIALI
17/09/2008   LA REPUBBLICA Ed. Milano   UNIVERSITA', IL MOTORE DI MILANO
17/09/2008   LA REPUBBLICA Ed. Milano   LE FABBRICHE DEL SAPERE
17/09/2008   LA REPUBBLICA Ed. Milano   VA DOVE TI PORTA LA TESTA QUI C'E' LAVORO PER TUTTI
17/09/2008   LA REPUBBLICA Ed. Milano   SENZA INGLESE NIENTE LAUREA MA IMPARARLO E' UN COSTO IN PIU' / "CHIMICA CHE PASSIONE MA SO CHE SARA' DURA" / "CINQUE ANNI FELICE SERVIREBBE PIU' PRATICA"
20/09/2008   LA CRONACA DI CREMONA   LUNEDI LE LAURE AL POLITECNICO 29 I NUOVI INGEGNERI
22/09/2008   LA CRONACA   LUNEDI' LE LAUREE AL POLITECNICO
22/09/2008   LA PROVINCIA   POLITECNICO LUNEDI' SESSIONE DI LAUREA
22/09/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   "BIOGAS, INTERVENGA IL GOVERNO"
23/09/2008   LA CRONACA   LAUREE
23/09/2008   LA PROVINCIA DI CREMONA   POLITECNICO, LAUREE
23/09/2008   LA CRONACA DI CREMONA   29 NUOVI INGEGNERI AL POLITECNICO
24/09/2008   TECHNOPOLIS SUPPL. ECONOMY   SMAU RIPARTE DA MILANO CON UN CIRCUITO ITINERANTE

  Gli articoli della rassegna stampa sono in formato tiff.
  Per visualizzarli correttamente è consigliabile scaricare il plug-in gratuito Alternatiff disponibile al sito www.alternatiff.com

  - PER RICEVERE LA NEWSLETTER CLICCA QUI
  - PER NON RICEVERE PIU' LA NEWSLETTER CLICCA QUI
  - PER LEGGERE LE NEWSLETTER PRECEDENTI CLICCA QUI